Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Costantemente sotto il tiro di correnti fresche o fredde

Dopo una relativa pausa fra sabato e domenica mattina, quando le temperature tenderanno ad aumentare tornando quasi sui livelli normali per il periodo, a partire da domenica sera la Bora tornerà a sospingere verso il basso la colonnina di mercurio. Il contrasto con l’aria più mite presente sui mari e la consueta instabilità pomeridiana faranno il resto, portando precipitazioni sparse.

La sfera di cristallo - 3 Aprile 2003, ore 16.15

La primavera non ha ancora affatto intenzione di assumere le caratteristiche di stagione calda e soleggiata, anzi nel prossimo futuro continuerà a proporre giornate piuttosto fresche ed instabili su molte regioni, specialmente quelle orientali. Il tutto a causa di un anticiclone dinamico che ormai si è stabilito sull’Europa nord-occidentale; quest’ultimo di tanto in tanto punterà verso nord-est, pescando aria fredda (dalla Scandinavia o dalla Nuova Zemlja) che verrà poi spinta con vigore verso il Mediterraneo centrale ed orientale, portando un po’ di Bora su gran parte del territorio e qualche temporale, specialmente in montagna. Per adesso non si vede via di uscita da tale situazione; probabilmente quindi il Regno Unito passerà una settimana di tempo relativamente buono e mite, mentre l’Italia dovrà fare ancora i conti con cappotti e maglioni, specialmente di sera. Vediamo allora di fare una sintesi del tempo che ci aspetta nei prossimi giorni: Venerdì 4: Possibili forti piogge su parte della Sicilia e della Calabria; marcata instabilità con precipitazioni moderate o intense anche sul resto del meridione e sul versante adriatico; graduale miglioramento altrove. Sabato 5: Ancora qualche pioggia al sud e sulle regioni adriatiche, ma con attenuazione dei fenomeni a partire da nord nella seconda parte della giornata; giornata discreta altrove. Temperatura stazionaria o in temporaneo aumento. Domenica 6: qualche nube in mattinata su Puglia, Basilicata e Calabria ionica, ma senza fenomeni di rilievo. Tempo inizialmente buono altrove; tendenza a peggioramento generalizzato in giornata a partire dal nord e dall’Appennino, con possibili rovesci sui rilievi e neve oltre i 1000 metri di quota, in calo verso sera. Lunedì 7: nuvolosità irregolare su gran parte della Penisola, con qualche rovescio, specialmente nel pomeriggio ed in serata; neve a quote molto basse sulle Alpi orientali, sull’Appennino Toscano, Umbro e Marchigiano, a quote collinari sull’Abruzzo ed il Lazio, oltre gli 800 metri al sud. Temperature in rapido calo con vento di Bora moderato, a tratti forte. Martedì 8: continuerà l’instabilità su gran parte delle regioni, con rovesci qua e là, soprattutto in montagna. Freddo piuttosto accentuato. Mercoledì 9 e giovedì 10: ancora instabilità generalizzata ed aria piuttosto fredda; nuovi apporti nevosi in montagna fino a quote relativamente basse.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.43: A4 Raccordo Sistiana-Trieste

catene sdrucciolevole

Ghiaccio nel tratto compreso tra 5,821 km dopo Area di servizio Sgonico (Km. 9,2) e 1,089 km prima..…

h 02.39: A1 Roma-Napoli

catene controllo-velocita snow

Controllo catene o pneumatici invernali causa neve nel tratto compreso tra Cassino (Km. 669,6) e Po..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum