Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Confermato il "guasto" a partire dalla giornata di domenica

La fase interlocutoria che ci ha interessato in questi giorni sta per finire. Tra giovedì e venerdì passerà una prima perturbazione, seguita da un più deciso peggioramento all'inizio della settimana prossima.

La sfera di cristallo - 27 Settembre 2005, ore 15.55

"Alta pressione a debole gradiente sull'Italia e sull'Europa centrale". Questa frase sintetizza molto bene il tempo che abbiamo avuto in questi ultimi giorni sul nostro Paese: ha fatto caldo, ma non troppo; il vento è stato quasi sempre debole e i primi banchi di nebbia si sono fatti vedere, soprattutto al mattino e sulle zone pianeggianti. Anche il cielo non si è mai presentato totalmente sgombro dalle nubi, le quali solo in determinati casi hanno dato luogo a qualche temporale. Un tipo di tempo poco interessante per gli osservatori più incalliti, quasi ad attendere un cambiamento radicale in grado di portare avanti la stagione autunnale in questione. Due sono le zone di alta pressione presenti sullo scacchiere europeo in questi giorni: la prima non è altro che la "longa manus" dell'alta pressione delle Azzorre e agisce sul vicino Atlantico lambendo le coste occidentali europee. La seconda è un anticiclone altrettanto vasto presente più ad est, che ha il suo centro tra la Polonia e la Bielorussia. In mezzo, a fungere da collegamento tra queste due figure stabilizzanti, una sorta di "ponte" anticiclonico, responsabile del tempo che abbiamo avuto in questi ultimi giorni sulla nostra Penisola. Le depressioni atlantiche, per il momento, scorrono molto a nord, alle latitudini della Scandinavia e del Mare del Nord. Cosa accadrà nei prossimi giorni? Il suddetto ponte anticiclonico lentamente tenderà a cedere, sotto l'incalzare delle correnti instabili provenienti dal nord Atlantico. In un primo tempo si tratterà di un cedimento solo parziale, ma a partire dal prossimo fine settimana la situazione potrebbe complicarsi notevolmente sul Bacino del Mediterraneo. In poche parole, due saranno i tentativi per smantellare l'alta pressione sull'Italia: il primo andrà in parte a vuoto e porterà solo qualche temporale prima sul nord-est e poi lungo l'Adriatico. Il secondo sarà nettamente più incisivo, con una stretta saccatura che penetrerà sul Mediterraneo dalla Valle del Rodano, isolando poi una depressione autonoma sul nostro mare. Al momento risulta ancora difficile capire il punto esatto dove la depressione si formerà, tuttavia un peggioramento del tempo su gran parte delle nostre regioni sembra scontato, ad iniziare dal settentrione e dalla giornata di domenica. Il campo termico, ovviamente, ne risentirà, con un calo delle temperature che dalle regioni settentrionali si dovrebbe propagare anche al resto d'Italia nel corso della settimana prossima. Entriamo ora più nel dettaglio, con la SINTESI PREVISIONALE fino al giorno 4 ottobre. MERCOLEDI' 28 SETTEMBRE: nubi sparse su tutta la Penisola. Qualche locale pioggia possibile sul nord-est, Liguria centro-orientale e alta Toscana. Isolati fenomeni di instabilità nel pomeriggio lungo tutta la dorsale appenninica centro-meridionale. Per il resto tempo asciutto. Temperature stazionarie. Venti in genere deboli. GIOVEDI' 29 SETTEMBRE: passa un debole fronte sul nord Italia: isolate piogge (o brevi rovesci) su alta Lombardia, Trentino, Friuli e Liguria centro-orientale. Tali fenomeni saranno alternati a lunghe pause asciutte. Sul resto del nord probabilmente solo nubi, ma scarsi fenomeni. Al centro e al sud tempo nel complesso buono, ma con passaggi nuvolosi sull'alta Toscana e sulla Calabria. Temperature in lieve calo al nord. Venti moderati da sud est sulla Liguria, da sud sul Tirreno, deboli variabili altrove. VENERDI' 30 SETTEMBRE: il debole fronte "scivolerà" sull'Adriatico: qualche temporale possibile su Marche, Abruzzo, est Umbria e a seguire su tutto il sud eccetto le coste campane e la Sicilia. Miglioramento in serata ad iniziare da Umbria e Marche. Su tutte le altre regioni bel tempo o con addensamenti di poco conto. Temperature in calo al sud e sull'Adriatico, per venti sostenuti da nord. Stazionarie o in lieve aumento altrove. SABATO 1 OTTOBRE: bel tempo su tutta l'Italia. Qualche nube solo sulle Alpi e sulla Calabria, ma con basso rischio di fenomeni. Temperature in aumento su tutto il Paese. DOMENICA 2 OTTOBRE: peggioramento al nord-ovest, con piogge e qualche temporale. Estensione dei fenomeni nel corso della giornata anche all'alta Toscana e a tutto il nord tranne la Romagna. Su tutte le altre regioni tempo buono o con scarsi annuvolamenti. Temperature in calo al nord, in aumento al centro e al sud. Venti in rinforzo dai quadranti meridionali. LUNEDI' 3 e MARTEDI' 4 OTTOBRE: depressione in azione sull'Italia: tempo instabile o perturbato quasi ovunque. Al momento i fenomeni sembrerebbero più probabili su Sardegna, Tirreno e settentrione. Temperature in calo al nord e al centro. Venti in rinforzo ovunque.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.20: A5 Torino-Courmayeur

coda rallentamento

Code per 1 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Volpiano (Km. 10,8) e Svinco..…

h 19.19: A6 Torino-Savona

tstorm

Temporale nel tratto compreso tra Mondovi' (Km. 62,7) e Niella Tanaro (Km. 70,6) in entrambe le d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum