Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Colpi di tuono ancora possibili, con un po' di caldo africano in vista

Fino a sabato resteremo sotto una relativa alta pressione, non supportata adeguatamente alle quote superiori. Ciò favorirà ancora fenomeni temporaleschi nel pomeriggio, specie nelle zone interne e montuose. Tra domenica e mercoledì maggiore stabilizzazione e più caldo stante la rimonta dell'alta pressione africana sul bacino del Mediterraneo.

La sfera di cristallo - 10 Luglio 2013, ore 14.27

L'alta pressione delle Azzorre, che ha portato l'estate su molti Paesi dell'Europa centro-occidentale, nei prossimi giorni tenderà a ritirare il suo braccio stabilizzante verso il vicino Atlantico.

Il suo posto verrà preso da una blanda saccatura, un'ondulazione debolmente ciclonica intenzionata ad indugiare qualche giorno sulla parte occidentale del Vecchio Continente.

Essa fungerà da elemento separatore tra l'alta pressione delle Azzorre e l'anticiclone africano, che nel frattempo si sarà stabilito nel Mediterraneo.

I primi giorni della settimana prossima vedranno quindi un tempo più stabile e caldo sull'Italia. La cartina sopra riportata evidenzia proprio la bolla calda che dal nord Africa si espanderà su tutto il bacino del Mediterraneo, ma con effetti più vistosi in sede iberica.

La presenza di geopotenziali più alti scoraggerà la nascita dei temporali, anche se qualche colpo di tuono sarà sempre possibile nelle zone interne e sui monti durante le ore del pomeriggio.

Prima di allora, il tempo seguirà le orme di questi ultimi giorni. Fino a sabato, l'appuntamento con il temporale nelle zone interne e montuose sarà sempre possibile; sulle regioni centrali, la maggiore occidentalizzazione delle correnti potrebbe portare sconfiamenti non piu lungo il Tirreno, bensì in Adriatico.

L'avvento dell'alta pressione africana nel Mediterraneo sarà destinato a durare? Dalle analisi oggi disponibili sembra di no. Nella seconda parte della settimana prossima, una nuova accelerazione della corrente a getto sulll'Europa settentrionale farà espandere l'anticiclone atlantico verso le nostre zone, ricacciando l'alta africana verso i suoi luoghi di origine. Se volete approfondire questo argomento, potete leggere la rubrica "Fantameteo" qui di seguito riportata.

Intanto, ecco la possibile linea di tendenza del tempo per i prossimi sette giorni in Italia.

Giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 luglio: ancora instabilità latente sull'Italia, che si renderà manifesta nelle ore pomeridiane, sulle Alpi e lungo tutta la dorsale dell'Appennino. Sconfinamenti saranno possibili sulle pianure e su limitati tratti di costa del versante adriatico. Caldo nella norma.

Domenica 14 luglio: ancora qualche temporale nel pomeriggio lungo la dorsale appenninica e sulle Alpi, ma con basso rischio di sconfinamenti. Su tutte le altre regioni bel tempo e più caldo.

Lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17 luglio: bel tempo su tutta l'Italia e clima caldo. Qualche temporale isolato si farà vedere su Alpi e Appennino nel pomeriggio, ma tenderà ad attenuarsi prontamente in serata. Ventilazione inapprezzabile su tutta la Penisola.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum