Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Clamoroso: ha vinto Al Gore

La "Sfera di cristallo" sposa le tesi ambientalista proposta dal vice-presidente e gli tributa il successo (meteorologico) nelle Presidenziali americane

La sfera di cristallo - 14 Dicembre 2000, ore 13.44

Quanto ne sappia George Bush di meteorologia poco importava stamane alla nostra "sfera di cristallo"; fatto sta che lei aveva già deciso, le elezioni meteorologiche le aveva vinte il candidato democratico Al Gore che in una recente dichiarazione, a completamento del suo libro sull'ambiente, manifestava simpatia per lo "strat warming", cioè il riscaldamento della stratosfera sull'Artide, che scaricherebbe su Europa ed America tonnellate d'aria fredda per arginare, almeno temporaneamente, il riscaldamento globale. Ebbene, se quella di Gore era una battuta, la "sfera" non ha affatto scherzato, infischiandosene della Corte Suprema e ha immaginato di conferire all'attuale numero 2 della Casa Bianca, il simbolico titolo di Presidente della meteo. Perchè "la sfera" questo freddo ora lo pretende e ci sono ancora conferme, cari amici, rispetto alla paventata ondata di gelo prevista per la fine del mese. E' vero, c'è un ostacolo di insospettabile levatura tecnica, che gode di una salute e di un'energia insospettabile: costui non è per una volta l'Anticlone delle Azzorre, no, stiamo parlando della depressione d'Islanda che ogni giorno ci stupisce per intraprendenza e vigoria. Essa, con la scusa di dover colmare lo squilibrio termico esistente sull'Atlantico, sta ripetutamente colpendo l'Inghilterra, la Francia e talvolta anche alcune regioni della nostra Penisola, con perturbazioni particolarmente attive e temibili. Ad opporsi a questo gigante tanto infaticabile, si vede però un nucleo di aria molto fredda che si evidenzia molto bene in tutti i pannelli del modello americano. E dove si posizionerà questo freezer europeo? Esattamente dove lo avevamo lasciato ieri, sui Timani, la Finlandia e a nord degli Urali. Cosa ne sarà di questo "iceberg" con punte di -30°C a 1500 m? Perchè se viene disegnato con una tale costanza, qualcuno dovrà spiegarci quale sarà il suo destino, o no? La risposta prova a darla il centro europeo, che disegna una lingua anticiclonica che martedì si distende sulla Norvegia, sbarrando la strada all'ennesima depressione atlantica. Questo sbarramento bloccherà la tiepida corrente del Golfo e potrebbe veramente far lievitare quel congelatore naturale, con l'idea di far refrigerare mezza Europa. E' vero, si tratta di schermaglie, di supposizioni, ma intanto, dopo il passaggio della "cometa", che riporterà il termometro nei canoni prestabiliti, ecco per martedì avanzare quella depressione verso di noi, visto che dalle Alpi norvegesi non si passa. E qui si crea il grande dilemma: mercoledì 20 diventa giorno decisivo per le sorti della Penisola e di mezza Europa. Cosa succederà a quell'alta pressione di ben 1035 mb? Che mosse farà la depressione d'Islanda? Come si comporterà il nostro "iceberg" con l'alta pressione? Stringeranno un patto? Si ignoreranno? Mistero... Buon viaggio amici sul vascello di MeteoLive, a domani, per saperne di più...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum