Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CAMPANA ANTICICLONICA: vince il sole ma la salute perde

Il tempo guarirà presto su tutta la Penisola, ma questo non è un buon segno. Grave peggioramento della qualità dell'aria nelle grandi aree urbane. Tra martedì e mercoledì però potrebbe venir forzato il lato orientale dell'anticiclone con una ventata d'aria gelida a due passi da casa.

La sfera di cristallo - 25 Ottobre 2001, ore 17.00

Una enorme campana anticiclonica andrà posizionandosi nei prossimi giorni sul nostro Paese. Abbiamo ovviamente voluto scherzare per farvi capire quale potrebbe essere il protagonista del futuro meteorologico a corto e medio termine sulla nostra Penisola. E' un alta pressione "circense" però che non vuole saperne di stare ferma, è una campana che suona a festa, è un bambino irrequieto, un' anima in pena, non sa trovar pace, è ammalata di egocentrismo, vuole far visita a tutti e non si guarda bene alle spalle. Il rischio allora è quello di una "pugnalata" dell'aria fredda dal nord Europa che oggi, rispetto a ieri, sembra arrivare più dal Mar di Norvegia che dalla Penisola di Kola. O meglio a "rompere il ghiaccio" potrebbe pensarci una perturbazione che lunedì sfilerà sui Balcani, seguita martedì e mercoledì da aria più fredda che scivolerà sull'Adriatico portando qualche addensamento e un primo moderato calo termico. Poi tutto sembra ricomporsi, l'alta pressione però punta ancor di più verso nord, va alla scoperta del Baltico e sul lato orientale, il più debole da sempre, si becca un'altra infilata dell'aria fredda: un contropiede micidiale che tra il 2 e il 3 novembre potrebbe davvero portare la neve sulle Alpi Dinariche, su quelle Transilvane, sull'Ungheria, i Carpazi anche a quote basse. Ribadiamo quanto espresso ieri: basterebbe poco perchè questa corrente riesca ad erodere maggiormente il bordo della nostra campana e presentare anche a noi il primo assaggio d'inverno con la neve sull'Appennino centro-meridionale. I freddofili dunque sono autorizzati a sperare. Pessime le notizie sull'inquinamento in città nei prossimi tre giorni:le concentrazioni di biossido d’azoto, di zolfo, del poco noto ma temibilissimo particolato e del benzene, costituirà un cocktail velenoso di tutto rispetto pronto ad aggredire il nostro organismo. L’accensione del riscaldamento, per quanto in ritardo rispetto all’anno scorso, non farà altro che peggiorare la situazione, aumentando la sospensione nell’aria di particelle solide e liquide che provocano irritazioni agli occhi e alla gola: il PM10 (o particolato appunto). In pianura non mancheranno anche le insidiose nebbie mattutine. Da martedì, come detto, però le cose potrebbero cambiare. Resistiamo!

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.34: A19 Palermo-Catania

blocco

Chiusura corsia nel tratto compreso tra 3,644 km dopo Area di servizio Sacchitello (Km. 124) e 20,7..…

h 15.27: A1 Firenze-Roma

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Orvieto (Km. 451,4) e Attigliano (Km. 479,7) in entrambe le direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum