Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Cambio di circolazione ormai IMMINENTE: tra alti e bassi verso una primavera più stabile

Nel fine settimana passeremo da correnti occidentali umide ad aria più fresca e secca dai quadranti nord-orientali, con effetti segnatamente sul medio Adriatico e al sud.

La sfera di cristallo - 10 Aprile 2013, ore 14.16

Cosa succede a questa strana primavera? Dopo aver proposto per settimane gli stessi scenari, ora finalmente si cambia. Considerando la proverbiale pigrizia della natura, si tratterà di un cambiamento abbastanza rapido; in poche parole, si volterà pagina.

La svolta sarà rapida, ma non immediata. Prima dovrà transitare l'ultimo vagone del convoglio perturbato, che dal vicino Atlantico ha investito frontalmente la nostra Penisola per settimane, portando molta pioggia soprattutto al centro-nord.

L'ultima perturbazione della serie interesserà essenzialmente le nostre regioni settentrionali, con piogge sparse, qualche rovescio e neve sopra i 1500 metri sulle Alpi.

Le prime precipitazioni interverranno sul nord-ovest nella serata di giovedì. Venerdì l'istabilità legata al fronte si dovrebbe estendere a tutto il settentrione ed a una limitata parte del centro, lasciando indenne il meridione e le Isole.

Come già anticipato, si tratterà dell'ultimo atto di questa lunga sequenza perturbata. Tra sabato e domenica, sull'Europa centro-occidentale, l'alta pressione si ergerà a baluardo delle correnti perturbate da ovest. In poche parole, le perturbazioni atlantiche non riusciranno più ad entrare sul nostro Continente.

Il week-end fungerà da "cerinera" tra la vecchia circolazione occidentale umida e quella che dovrebbe subentrare all'inizio della settimana prossima, più secca e piu fresca dai quadranti orientali.

Per dare un'idea di come si disporranno i centri di alta e di bassa pressione la prossima settimana, abbiamo preparato questa cartina, valida per la giornata di lunedì 15 aprile.

Come vedete, un canale anticiclonico si dipartirà dal Mediterraneo occidentale verso la Francia e l'Europa centro-settentrionale. Le depressioni atlantiche saranno ormai fuori gioco ed interesseranno solo la parte settentrionale del Regno Unito.

Acquisterà importanza invece una struttura di bassa pressione in sede balcanica, che potrebbe coinvolgere con le sue spire anche parte delle nostre regioni orientali e il meridione. Su queste zone ci attendiamo una maggiore instabilità, con possibili rovesci in un contesto non caldo.

Andrà invece molto meglio al nord, lungo il Tirreno e sulla Sardegna. Qui il sole sarà maggiormente presente e si potrà contare anche su un cielo limpido, stante le correnti secche di matrice orientale o settentrionale.

Insomma, il cambiamento di assetto delle configurazioni bariche sarà quasi totale. Si potrà quindi scrivere un'altra pagina di questa primavera effettivamente un po' "pazza".

Ecco la possibile linea di tendenza del tempo per i prossimi sette giorni in Italia.

Giovedì 11 aprile: nubi al nord, in intensificazione nel corso della giornata sul nord-ovest, dove in serata arriveranno le prime piogge. Soleggiato in genere al centro-sud, ma con nubi alte in transito nel corso della giornata al centro, senza piogge. Clima mite e ventoso ovunque.

Venerdì 12 aprile: tempo instabile con piogge, rovesci e nevicate sopra i 1500 metri al nord. Qualche piovasco anche nelle zone interne della Toscana e delle Marche. Per il resto bel tempo e clima gradevole.

Sabato 13 aprile: instabilità residua al nord-est, specie sui settori alpini. Qualche nube anche al centro, senza piogge, bel tempo altrove. Clima nel complesso mite.

Domenica 14, lunedì 15 e martedì 16 aprile: bello al nord, medio versante tirrenico e Sardegna, con cieli limpidi e scarsa umidità, clima gradevole. Nubi sparse sul medio Adriatico e al sud con qualche rovescio alternato a schiarite, in un contesto di clima ventoso e fresco.

Mercoledì 17 aprile: instabile al sud e sui settori più meridionali del centro, con rischio di rovesci e qualche temporale. Nubi in aumento sulle Alpi, dove saranno possibili locali precipitazioni nel pomeriggio, per il resto bel tempo e clima mite.

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum