Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CALDO AFRICANO in VISTA da lunedì-martedì ma non durerà molto e colpirà soprattutto le zone interne e le isole

Sfuriata calda in arrivo dal nord Africa tra martedì 19 e sabato 23, poi probabile arrivo di aria molto fresca con forti contrasti e conseguenti temporali e calo delle temperature a partire dal settentrione. (Per le previsioni a lungo termine consulta il FANTAMETEO).

La sfera di cristallo - 13 Giugno 2007, ore 15.31

Stimolante ed avvincente: così definiremmo la fase meteorologica che ci apprestiamo a vivere sull'Italia. Dopo un ultimo passaggio temporalesco atteso al nord tra venerdì e sabato infatti, siamo destinati a subire una forte ondata di calore in arrivo dal nord Africa. Questa onda calda è figlia di due anomalie e di un fattore contingente: -la mancanza dell'anticiclone delle Azzorre sull'ovest del Continente. -la conseguente discesa continua tra Azzorre e Canarie di saccature, per questo si parla ormai di falla barica portoghese. -la forte insolazione che accompagna i giorni del solstizio d'estate. Dunque quella che vivremo potrebbe risultare la risalita di aria calda più spettacolare di tutta la stagione estiva, anche se magari al suolo non si manifesterà in tutta la sua potenza, complice un mare ancora piuttosto fresco, che tenderà a mitigare i valori termici delle zone costiere, spingendo a tratti le sue brezze anche all'interno. Oltretutto quando l'anticiclone africano non è spalleggiato dal collega azzorriano, salvo casi eccezionali, peraltro divenuti più frequenti negli ultimi anni, non è destinato a persistere per un periodo superiore ai 5-7 giorni. Altri segnali oltretutto ci fanno pensare che questa calura non sia destinata a durare: un altro affondo depressionario in arrivo dal nord Europa entro il 24 potrebbe scendere questa volta più al centro del Continente, colpendo la Francia, facendo scattare violenti temporali e poi spazzando via la calura dall'Italia e limitandola ai Balcani. Il tutto risulterebbe in linea con le proiezioni stagionali che vedono appunto un giugno NOTEVOLMENTE al di sopra delle medie su tutto l'est europeo e sul Mediterraneo centrale valori solo di qualche grado superiori al normale, mentre confermerebbero un luglio molto fresco quasi per tutti. Dunque tabella di marcia rispettata? Forse, intanto preparatevi a difendervi dall'offensiva del caldo e lasciate pure parlare la TV di riscaldamento globale senza fine, carestia, desertificazione, senza lasciarvi spaventare, è solo mera speculazione politica. Il caldo non mancherà ma sopravviverete (almeno a lui), statene certi... SINTESI PREVISIONALE sino a MERCOLEDI 20 GIUGNO: Giovedì 14 giugno: al nord ancora tempo incerto con qualche rovescio o temporale sparso, specie a nord del Po e comunque più probabile sul nord-ovest e sulle Prealpi. Altrove bel tempo salvo addensamenti pomeridiani in Appennino e sul versante adriatico associati ad isolati temporali. Venti che tendono a disporsi da Scirocco. Temperature in lieve aumento, specie al centro-sud. Venerdì 15 giugno: al nord cielo irregolarmente nuvoloso con tendenza a generale aumento della nuvolosità a partire da ovest con temporali serali anche di forte intensità su Piemonte, Valle d'Aosta ed alta Lombardia, non si escludono nubifragi su Biellese, Eporediese, Ossola, Verbano, Varesotto e Canton Ticino. Sul resto del Paese addensamenti passeggeri su Sardegna, Toscana, Umbria, alto Lazio ma con basso rischio di pioggia, soleggiato altrove, caldo al sud e sulla Sicilia. Sabato 16 giugno: temporali sparsi sul Triveneto in esaurimento con il passare delle ore, migliora al nord-ovest, asciutto sull'Emilia-Romagna, bel tempo altrove, tempeature gradevoli al nord, caldo al centro-sud, ma ancora moderato. Domenica 17 giugno: residua instabilità al nord con qualche rovescio pomeridiano o serale, altrove soleggiato e caldo. Lunedì 18 giugno: bel tempo ovunque salvo addensamenti sulle Alpi nel pomeriggio con basso rischio di rovesci, caldo moderato al nord, da moderato a forte sulle zone interne del centro-sud e sulle isole. Martedì 19 giugno e mercoledì 20 giugno: soleggiato o velato ed ulteriormente caldo, specie nelle zone interne isolane dove si toccheranno punte localmente superiori ai 34-35°C.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum