Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Breve parentesi invernale ma tra noi e il Natale potrebbe infilarsi nuovamente l'alta pressione

Fino a martedì 20 attesi venti forti, calo delle temperature e nevicate a quote basse sia sulle Alpi che al centro-sud. A seguire sembra sempre più probabile una nuova spallata dell'alta pressione con tempo meno movimentato e freddo.

La sfera di cristallo - 16 Dicembre 2011, ore 15.28

 Sarà solo una prova, un collaudo generale prima della sua effettiva discesa in campo o si tratta solo e soltanto di una parentesi aperta entro un'anomalia ormai cronica volta al perenne trionfo anticiclonico? A questa domanda che, visti i tempi, potrebbe sembrare retorica, abbiamo cercato soluzione andando ad analizzare tutte le carte possibili e immaginabili: risultato? Solo un gran mal di testa.

Certo perchè quando ci si trova davanti a certe situazioni, bisogna saper tirare i remi in barca e attendere. Forzare una prognosi in queste condizioni sarebbe infatti come tentare di scassinare la cassaforte di una banca con un cacciavite. Una volta accorciata la gittata della nostra previsione ecco infatti che tutto risulta subito più chiaro. Allora...

Punto primo: da qui fino a tutto martedì 20 dicembre dominerà un flusso di correnti nord-occidentali che spingerà diversi impulsi di aria artica-marittima fin sul Mediterraneo centrale. Italia dentro (per un soffio) con l'asse delle nevicate a bassa quota che dal settore alpino si sposterà progressivamente verso le regioni centro-meridionali.

Sarà occasione per le prime nevicate a quote quasi collinari lungo le regioni tirreniche e nell'entroterra sardo nella giornata di domenica 18. Poi lunedì toccherà ai settori interni e a quelli adriatici dalla Romagna all'Abruzzo, con i fiocchi che raggiungeranno qui invece proprio le quote collinari. Imbiancate tra lunedì e martedì anche le montagne lucane e calabresi, nonchè i rilievi siculi, con la nostra paesaggistica che assumerà un sapore finalmente natalizio. E poi?

Poi, punto secondo, l'alta pressione potrebbe dare una spallata al generale, allontanandolo dal Bel Paese proprio in corrispondenza del periodo natalizio. Al momento le probabilità in tal senso sono piuttosto elevate, anche se la traiettoria delle correnti perturbate in effetti non si allontanerà molto dalla nostra Penisola. L'inverno potrebbe infatti balzare sulla sua preda italica proprio durante le prossime festività ma, accidenti questa è materia per il Fantameteo,  http://meteolive.leonardo.it/news/Fantameteo-30gg/45/Lungo-termine-questa-FASTIDIOSA-alta-pressione--/35446/, noi non dovevamo tirare i remi in barca?

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 23 DICEMBRE 2011

SABATO 17 DICEMBRE: nevicate intermittenti sulle creste alpine confinali e nelle valli adiacenti fino a 400-500 metri. Bello sul resto del nord con tendenza favonica sulla val Padana. Tende a migliorare anche al centro e al sud, anche se avemo alcuni addensamenti in mattinata sui settori interni tirrenici con deboli precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso fin verso gli 800-1000 metri. Molto ventoso ovunque per Maestrale e mari motlo mossi. Temperature in calo.

DOMENICA 18 DICEMBRE: ancora spruzzate di neve fino sui fondovalle alpini settentrionali, bello sul resto del nord e sulle regioni adriatiche. Nel corso della mattinata aumentano invece le nubi su quelle tirreniche dove si avranno anche precipitazioni sparse, nevose tra 600 e 800 metri al centro, 800-1000 metri al sud. In serata coinvolte anche le Marche. Rapida roazione del vento a settentrione a partire da nord. Mari molto mossi. Ulteriormente freddo.

LUNEDI 19 DICEMBRE: nubi irregolari su Triveneto, centrali adriatiche e al sud, con precipitazioni intermittenti, anche a carattere di rovescio e nevose tra Romagna e Marche fin verso i 500 metri, 600-700 su Abruzzo, Molise ed entroterra sardo, 800-1000 metri sugli altri settori del meridione. Bello al nord-ovest. Gelido sulle Alpi, freddo sul resto del Paese con venti settentrionali.

MARTEDI 20 DICEMBRE: cala il limite delle nevicate sul medio e basso Adriatico, con fiocchi localmente anche fin verso i 400-500 metri. Nuove spruzzate di neve anche lungo le Alpi di confine. Per il resto abbastanza soleggiato e asciutto ma con clima decisamente freddo.

MERCOLEDI 21 DICEMBRE: nevicate sulle creste alpine di confine ma con limite in netto rialzo. Bello sul resto d'Italia con miglioramento anche al sud. Incipiente rialzo termico.

GIOVEDI 22 DICEMBRE: ultme nevicate lungo i crinali confinali delle Alpi, in attenuazione. Altrove soleggiato o a tratti velato. Freddo più moderato.

VENERI 23 DICEMBRE: alta pressione in rinforzo con tempo in prevalenza soleggiato su tutti i settori. Il freddo resisterà nelle valli strette e sulla pianura Padana, dove potrà tornare anche qualche banco di nebbia notturno.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum