Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Braccio di ferro anticiclone-depressione

Il primo contendente sarà una vasta depressione che agirà su tutto lo scacchiere occidentale europeo. Il secondo sarà un anticiclone, con centro sull’Europa orientale. L’Italia, come spesso accade, starà nel mezzo. A subire gli effetti maggiori di questa situazione saranno le nostre regioni settentrionali.

La sfera di cristallo - 12 Novembre 2002, ore 17.24

Appare confermata la fase di maltempo che dovrebbe interessare il nord Italia a partire dalla giornata di giovedì 14 novembre. La presenza di una profonda circolazione depressionaria sull’Europa occidentale unita ad un forte anticiclone sull’est Europa favorirà la persistenza dei fenomeni sulle medesime zone almeno fino a domenica prossima. Le zone maggiormente colpite dovrebbero essere quelle a ridosso della catena alpina, dove si manifesterà un notevole ammassamento di nubi, con conseguenti piogge abbondanti. La neve cadrà a quote alte, attorno ai 2000 metri sull’arco alpino occidentale e a quote ancora maggiori su quello orientale. Il divario pressorio tra l’Europa occidentale ed orientale sarà notevole e questo consentirà l’attivazione di forti correnti di richiamo meridionali, soprattutto nella giornata di venerdì. A partire da domenica sembra che l’azione di blocco imposta dall’alta pressione ad est si attenui e questo potrebbe far traslare i nuclei perturbati verso le regioni centrali, liberando parte del nord-ovest. Lunedì ritroveremo probabilmente i fenomeni maggiori lungo il versante tirrenico centrale, mentre il nord Italia, soprattutto il nord-ovest, si potrebbe liberare maggiormente dalla nuvolosità. Tuttavia abbiamo bisogno di conferme a riguardo, per saggiare quanto dura sarà la resistenza dell’alta pressione ad est. Martedì la situazione diventa molto complicata, ma non escludiamo l’entrata sul Mediterraneo di una nuova depressione che potrebbe coinvolgere l’Italia a partire dal Tirreno. Vediamo in dettaglio la possibile linea di tendenza fino a martedì 19 novembre Mercoledì 13 novembre: nuvoloso o molto nuvoloso al nord con qualche pioggia in temporanea attenuazione nelle ore serali e notturne ad iniziare da W. Al centro possibili deboli piogge sulla Toscana, per il resto cielo parzialmente nuvoloso, ma asciutto. Al sud tempo migliore con maggiori schiarite. Giovedì 14 novembre: tempo perturbato al nord, specie sul nord-ovest con piogge anche forti a ridosso della catena alpina. Quota neve ubicata al di sopra dei 2000 metri. Nel pomeriggio temporanea attenuazione dei fenomeni su Liguria e basso Piemonte. Al centro qualche pioggia sulle province settentrionali della Toscana, per il resto nubi, ma scarsi fenomeni. Al sud nubi in prevalenza medio-alte, senza precipitazioni. Venerdì 15 novembre: tempo ancora perturbato su tutte le regioni settentrionali con piogge anche intense, in attenuazione sull’Emilia Romagna e sul basso Veneto nel pomeriggio. Acqua alta sulla laguna veneta. Al centro piogge possibili in Toscana e sul nord della Sardegna, per il resto nubi e scarsi fenomeni. Al sud nuvolaglia medio-alta, senza precipitazioni. Sabato 16 novembre: ancora maltempo al nord con piogge anche intense specie sul nord-est e sulla Liguria.Limite delle nevicate in leggero calo. I fenomeni tenderanno ad estendersi con più decisione anche alla Toscana, con possibilità di piogge forti sulla Versilia. Qualche pioggia anche in Sardegna e sul Lazio, per il resto poche le novità. Domenica 17 novembre: migliora sulla Val d’Aosta, ovest Piemonte e Riviera di Ponente, ancora maltempo al nord-est, Toscana, Lazio, Umbria. Più sporadici i fenomeni sul versante adriatico e al sud. Lunedì 18 novembre: migliora anche su Liguria e Lombardia, ancora qualche pioggia su Emilia Romagna e Veneto. Al centro tempo perturbato, ma con tendenza ad aperture sulle coste della Toscana e del Lazio. Peggiora al sud, specie sulla Campania con piogge anche forti. Martedì 19 novembre: ultime piogge sul nord-est e lungo l’Adriatico, poi migliora temporaneamente. Dal pomeriggio nuova intensificazione dei fenomeni ad iniziare dalla Sardegna e dal Tirreno.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.42: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciamento A7 Milano-..…

h 14.40: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum