Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Boom dell'estate, ma dopo il 20 giugno forse torneremo nelle mani di aria più fresca

Giornate soleggiate e progressivamente più calde, pur se con qualche temporale serale lungo le Alpi. A partire da giovedì 20 probabile svolta temporalesca che riporterà aria fresca e un clima più gradevole ad iniziare dal nord.

La sfera di cristallo - 14 Giugno 2013, ore 15.30

 L'abbiamo invocata a gran voce ed ora eccola arrivata: l'estate. Croce e delizia delle nostre giornate, divise in un tormentone continuo lungo da giugno a settembre tra chi la vorrebbe calda e chi no, soleggiata sempre o quasi, inderogabilmente nei week-end e nei periodi di vacanza, magari piovosa solo nelle ore notturne, vivibile nelle grandi città, a pieni giri in riva al mare.

Ma l'estate non si può vestire su misura, dobbiamo prenderla come viene. Ed ecco che nei prossimi giorni, dopo una partenza sotto il segno del mite anticiclone delle Azzorre, la stagione calda proverà subito ad accelerare i tempi proponendo il suo volto più tosto, quello portato dall'anticiclone nord-africano.

Una manovra abile dettata da un'improvvisa deviazione del flusso perturbato principale, posto ormai a latitudini medio-alte, a partire da lunedì 17. Ma andiamo a vedere passo passo cosa succederà: un primo vortice di bassa pressione sta sfuggendo proprio in queste ore verso la regione scandinava, un secondo sta per affrontare le Isole Britanniche e nel fine settimana seguirà pari pari il percorso del precedente, sfilando verso la Scandinavia, ecco infine il terzo che lunedì devierà invece bruscamente dall'Atlantico verso la penisola Iberica aizzando verso di noi il "gobbo" africano. 

Morale: nella prima parte della prossima settimana diverse regioni dell'Italia si troveranno alle prese con temperatue tra 30 e 35°C, altre sotto la cappa opprimente dell'afa, altre ancora mitigate da provvidenziali brezze marine meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/I-momenti-piu-intensi-della-calura-chi-soffrira-di-piu-/41969/. Insomma il solito copione ben noto ormai da alcuni anni. E a questo punto scatta subito l'interrogativo: quanto durerà?

Alla luce degli ultimissimi aggiornamenti non possiamo che confermare questa prima ondata di calore dell'estate 2013 come il classico fuoco di paglia. Alla fiammata descritta, concentrata soprattutto tra lunedì 17 e giovedì 20 giugno, seguirà probabilmente una sonora rinfrescata a suon di temporali. Intorno ai giorni del solstizio, o meglio ancora tra il 21 e il 23 giugno, ci aspettiamo dunque il nuovo dilagare della frescura atlantica a partire dal nord e, in successione, anche sul resto dell'Italia meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Caldo-africano-ecco-la-via-d-uscita/41972/.

Magari dopo tornerà l'alta pressione, o magari no. Intanto incassiamo questa prima prova di forza dell'estate. Il dopo è tutto scritto nella nostra rubrica "Fantameteo" che vi invitiamo a consultare meteolive.leonardo.it/news/Fantameteo-30gg/45/Dopo-l-ondata-di-caldo-aria-piu-respirabile-/41978/.

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 21 GIUGNO 2013

SABATO 15 GIUGNO inizialmente bello quasi ovunque, a parte la presenza di alcuni banchi nuvolosi bassi in Liguria e sulle coste campane. Nel pomeriggio sviluppo di nuvolosità lungo le Alpi con qualche spunto temporalesco, in parziale sconfinamento verso i settori padani posti a nord del fiume Po. Altrove sole e temperature leggermente superiori alla media del periodo.

DOMENICA 16 GIUGNO ancora qualche nube bassa al mattino sulle coste liguri, variabile sul Friuli Venezia Giulia ma con tendenza a schiarite. Altrove soleggiato. Nel pomeriggio sviluppo di nuvolosità lungo le Alpi, con qualche breve rovescio o temporale di calore non escluso. Temperature in ulteriore lieve rialzo ovunque.

LUNEDI 17 e MARTEDI 18 GIUGNO bel tempo ovunque, con poche nubi pomeridiane lungo la fascia prealpina piemontese e sull'Appennino Abruzzese senza conseguenze. Ulteriormente caldo, con valori di picco fino a 34-35°C.

MERCOLEDI 19 GIUGNO altra giornata di sole e di caldo, con solo pochi addensamenti pomeridiani sulle Alpi, e possibilità di isolati brevi rovesci o temporali su Alpi Marittime, Prealpi Biellesi, Alpi Venoste e Aurine. L'ondata di calore raggiunge il suo picco maggiore al nord e sulla Sardegna.

GIOVEDI 20 GIUGNO inizialmente bello e caldo ovunque. Nel corso della giornata tendenza a sviluppo di temporali lungo le Alpi a partire dal settore occidentale. Il caldo raggiunge i suoi massimi al centro, con qualche punta fino a 35-36°C.

VENERDI 21 GIUGNO giornata un po' instabile su Alpi e Triveneto, con possibili spunti temporaleschi, localmente forti. Altrove prevalenza di sole, con qualche addensamento pomeridiano lungo l'Appennino senza conseguenze. Calano le temperature al nord e in parte anche sulla Sardegna, ancora molto caldo sul resto del Paese.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum