Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Autunno atto primo alle porte: attesi rovesci, vento forte e un netto calo delle temperature

In montagna arriveranno anche le prime nevicate. Farà eccezione il nord-ovest, battuto da secchi e tiepidi venti di Foehn. Nella seconda decade di ottobre l'alta pressione tenterà poi di riconquistare il Mediterraneo.

La sfera di cristallo - 6 Ottobre 2011, ore 15.20

 La perturbazione che introdurrà questa nuova fase stagionale corre silenziosa ma inesorabile verso l'Italia. Le regioni settentrionali verranno prese per prime nella giornata di venerdì ma l'impatto contro l'arco alpino ne modificherà la struttura, tanto da far scivolare velocemente i fenomeni verso Triveneto e regioni centro-meridionali. 

A seguire una forte scia di venti settentrionali e un netto calo delle temperature con le precipitazioni che batteranno ancora le creste alpine di confine, poi la seconda perturbazione, centrata per la giornata di domenica. Avremo una passata di fenomeni analoga e condita da un nuovo generale rinforzo del vento da nord su tutta l'Italia.

Questi sono i primi vagiti di un autunno ancora titubante ma ormai pronto a balzare in sella all'Europa. Il calo termico sarà così rilevante che non solo saremo costretti a cambiare abbigliamento, ma a tenere conto che in montagna potranno arrivare le prime nevicate e non solo sulle Alpi (di confine), ma anche in Appennino.

A lungo andare però pare che l'alta pressione non voglia rendere la vita facile alla stagione entrante: dopo l'arretramento verso l'Atlantico, onde far passare l'ingombrante peso dell'aria fredda polare che prima o poi doveva trovare uno sfogo verso le medie latitudini, tenterà una nuova sortita rilanciandosi verso il cuore dell'Europa. Al momento pare comunque possibile che la sacca depressionaria, ormai proiettata con il suo asse sul Vecchio Continente, possa fungere da argine, indirizzando verso l'Italia un ulteriore fase con venti nord-occidentali che perdurerebbe sin verso al metà del mese.

Sarà il riassetto stagionale delle temperature ma non quello delle piogge, almeno per ora. La situazione vedrebbe infatti l'arco alpino interferire con le perturbazioni in arrivo dal nord Atlantico e centellinare eventuali precipitazioni, lasciando addirittura a secco alcune regioni, come nel caso del nord-ovest.

SINTESI PREVISIONALE FINO A GIOVEDI 13 ottobre 2011

VENERDI 7 OTTOBRE: tra la notte e la mattina rapido passaggio di rovesci su Triveneto, centro-est Lombardia, Levante ligure, Emilia, Romagna, Toscana, Umbria e Marche, seguiti da pronti rasserenamenti ad iniziare dal nord. Nella seconda parte del giorno i rovesci si portano su Lazio, Abruzzo, Molise, Gargano e Campania, mentre rasserena al centro. Prime nevicate sulle Alpi e sulle cime più elevate dell'Appennino centrale. Ventilazione in rinforzo da settentrione al nord e sulla Sardegna, da ovest altrove. Mari tutti da mossi a molto mossi. Generale calo termico. 

SABATO 8 OTTOBRE: instabile al sud, con possibili rovesci sparsi, anche temporaleschi nel pomeriggio. Qualche nevicata intorno a 2000-2200 metri su Appennino calabro-lucano e monti siculi. Rasserena prima di sera. Su tutte le altre regioni in prevalenza soleggiato ma ventoso. Addensamenti saranno però possibili lungo le creste alpine di confine, dove non si escludono intermittenti rovesci di neve portati da nord fin verso i 1200 metri.

DOMENICA 9 OTTOBRE: nuove nubi in arrivo sulle Alpi con possibili nevicate anche intense lungo i crinali confinali e sino a quote poste intorno ai 1800 metri. Sul resto del Paese abbastanza soleggiato, con solo un po' di instabilità lungo i versanti adriatici e all'estremo sud dove si avranno anche alcuni rovesci. Nevicate intermittenti in Appennino fino a 1400-1600 metri. Freddo per la stagione e moderatamente ventoso. Mari mossi.

LUNEDI 10 OTTOBRE: un po' di nubi sulla Sicilia e sulla bassa Calabria ma senza conseguenze. Altrove in prevalenza soleggiato e ancora ventoso, specie su Alpi e al centro-sud. Maestrale in Sardegna. Lieve rialzo termico nei valori massimi.

MARTEDI 11 OTTOBRE: addensamenti lungo el Alpi di confine con qualche rovscio intermittente, nevoso oltre i 2300-2500 metri. Sul resto d'Italia bel tempo e temperature in aumento. Calo del vento ad eccezione delle cime alpine.

MERCOLEDI 12 e GIOVEDI 13 OTTOBRE: torna il bel tempo ovunque, con temperature in rialzo ma nel complesso in linea con la norma stagionale.

 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum