Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Assalto invernale ai nastri di partenza!

Tra poche ore inizierà l'afflusso di correnti fredde da est sul nord Italia. Contemporaneamente, da ovest, arriverà aria umida...e il punto d'impatto sarà sulla nostra Penisola.

La sfera di cristallo - 20 Febbraio 2013, ore 14.23

Pronti...ai posti...via!

Nelle prossime ore, l'aria fredda di matrice continentale troverà sfogo attraverso la Porta della Bora e si riverserà sul nord Italia, generando un sensibile calo delle temperature.

Secondo le ultime analisi, il freddo al nord raggiungerà il suo culmine nella giornata di sabato. Ad esso si accompagnerà anche un abbassamento della quota neve, che molto probabilmente toccherà molte zone di pianura già nella giornata di giovedì.

Per dare un'idea del freddo che si sta ammassando oltre confine, ecco una cartina valida per la serata odierna.

La resistenza dell'aria fredda nel suo incedere verso ponente ( riga rossa spezzettata) verrà rotta in corrispondenza della Porta della Bora. Da qui dilagheranno forti correnti orientali che entro il pomeriggio di giovedì faranno calare la temperatura su tutto il settentrione.

Contemporaneamente, da ovest, avanzeranno correnti miti, che si faranno strada alle latitudini medio-basse del Mediterraneo e daranno luogo ad una forte ondata di maltempo ad iniziare dalla giornata di venerdì su tutto il centro-sud.

Ecco le piogge e i temporali che colpiranno il medio-basso Tirreno e la Sardegna nella giornata di venerdì 22 febbraio.

Come vedete, le regioni maggiormente bersagliate dalle precipitazioni saranno il basso Lazio, la Campania, la Calabria Tirrenica  e a seguire anche il nord della Sicilia. Qui sono attese cumulate piovose di tutto rispetto.

Al nord, invece, andranno in scena alcuni rovesci nevosi che si faranno vedere su molte zone di pianura, magari accompagnati anche da vento.

Una breve tregua sull'Italia sarà possibile nella mattiata di sabato. Successivamente, altre precipitazioni si faranno strada verso la nostra Penisola, risultando nevose anche a bassa quota al settentrione. Insomma, l'inverno prima di lasciarci, sembra abbia intenzione di mandarci un degno saluto.

Quando ne usciremo? Come già detto in altra sede, il tempo tenderà a guarire nel corso della prossima settimana, ma sarà una guarigione molto lenta. Le mosse della depressione che si verrà a creare nel Mediterraneo, difatti, non sono ancora molto chiare.

Sembra tuttavia possibile che il minimo barico "rinculi" verso ovest tra domenica e lunedì, lasciando l'Italia in una sorta di mera "convalescenza" almeno fino alla metà della settimana prossima. Se volete maggiori dettagli sul tempo del medio e lungo termine, vi invitiamo a leggere la rubrica "fantamenteo" qui di seguito riportata.

Per il momento, ecco la possibile linea di tendenza del tempo fino alla giornata di mercoledì 27 febbraio.

Giovedì 21 febbraio: brutto tempo su quasi tutto il nord, ad eccezione della Liguria centro-occidentale e del basso Piemonte. Possibili nevicate che tenderanno progressivamente a scendere di quota, fino a raggiungere le pianure nel pomeriggio. Piogge anche su Toscana, Umbria e Marche, con neve sopra i 600-800 metri. Qualche pioggia anche all'estremo sud e sulla Sardegna. Molto freddo al nord.

Venerdì 22 febbraio: al nord freddo e nevoso a tratti anche in pianura. Al centro-sud invece perturbato, con piogge anche intense e temporali su Sardegna e medio-basso Tirreno. Molto freddo al nord, ventoso ovunque.

Sabato 23 febbraio: parziale tregua al mattino, con clima molto freddo al nord. Nel pomeriggio veloce ripresa delle precipitazioni che dalla Sardegna si porteranno verso la Penisola, risultando intense al centro-sud e nevose a bassa quota al nord.

Domenica 24 febbraio: tempo perturbato praticamente su tutta l'Italia, con rischio di neve a bassa quota al nord e temporali al centro-sud. Ancora molto freddo al nord, più mite al centro-sud.

Lunedì 25 febbraio: le precipitazioni maggiori si sposteranno sul nord-ovest e sulla Sardegna. Altrove parziale miglioramento e con temperature in lieve aumento.

Martedì 26 e mercoledì 27 febbraio: generale variabilità su tutto il nostro Paese, con precipitazioni specie al centro-sud, nevose in Appennino. Più soleggiato il tempo al nord. Ancora un po' freddo ovunque.

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum