Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Arriva la NEVE sulle Alpi dal 3 dicembre?

Sempre favorevole la prognosi per i primi di dicembre, quando una saccatura potrebbe riuscire a sfondare nel Mediterraneo, seguita da altre figure perturbate, recando un peggioramento piovoso su gran parte del Paese e le prime vere nevicate di stagione sulle Alpi, sia pure inizialmente solo a quote elevate.

La sfera di cristallo - 24 Novembre 2011, ore 14.39

Il tormentone neve continua, non solo perchè è uno dei fenomeni che interessano maggiormente i lettori dei portali di meteorologia, ma anche perchè francamente era diverso tempo che non si arrivava a fine novembre con le Alpi così scarsamente innevate, specie sui settori centro-orientali. E in un momento di così forte crisi economica come quello che stiamo vivendo, il turismo invernale può darci una mano.

Rispetto a quanto annunciato stamane nulla è cambiato, anzi qualcosa si. Se è vero che il cammino per arrivare ad osservare concretamente l'inserimento di una saccatura atlantica vera nel Mediterraneo è ancora lungo e tormentato, è altrettanto vero che ci sono dei segnali nuovi anche nel malaugurato caso che il tempo non riuscisse a cambiare intorno al 2-3 dicembre.

Anche se la corrente a getto fosse così tenace da non sganciare l'osso, trascinandosi via la saccatura, anche se il carico perturbato si rivelasse modesto ed inefficace, l'impressione è che ormai sia tale lo scarto termico tra le latitudini che, così come mostrano molte corse parallele del nostro principale modello di riferimento, un nucleo freddo è destinato a penetrare sullo Stivale entro la festa dell'Immacolata, che sia da nord-ovest, da nord o da nord-est, l'alta pressione insomma, non riuscirà più a mantenere il comando delle operazioni alle nostre latitudini.

Sono segnali importanti questi, segnali che fanno pensare che l'inverno potrà finalmente recitare un ruolo da protagonista a dicembre. Addirittura nella seconda decade un ponte anticiclonico Azzorre-Russia, potrebbe spalancare la porta del freezer e le masse fredde potrebbero così interagire con depressioni mediterranee.

Insomma una crisi del vortice polare è assai probabile dal primo dicembre in poi. Sono giorni che lo sosteniamo, speriamo di avere ragione. Quanto alla neve, beh inzialmente non dobbiamo aspettarci grossi exploits: tra il 3 ed il 5 i fiocchi, se tutto andasse per il verso giusto, si porterebbero a cadere sulle Alpi da una quota media di 1500-2000m ad una di 1200-1400m e solo successivamente scenderebbero sotto i 1000m.

Si tratta comunque di un primo passo, sempre che tutto non si incagli a ridosso di Portogallo e Canarie, a quel punto potrebbe scattare il piano B, che abbiamo illustrato sopra. Intanto sino alla fine del mese non si avranno grosse novità, salvo il provvidenziale miglioramento del tempo previsto da sabato al meridione.

SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 1 dicembre 2011:
venerdì 25 novembre:
ancora instabile all'estremo sud e sul medio-basso Adriatico con rovesci e temporali anche forti sulla Calabria jonica e tra Molise e Gargano, tendenza ad attenuazione dei fenomeni, tempo buono altrove. Freddo al primo mattino al nord, per il resto valori complessivamente miti, specie al sud.

sabato 26 novembre: residua instabilità all'estremo sud tra Calabria e Sicilia ma con rovesci solo isolati, tempo buono altrove, salvo residui annuvolamenti in Adriatico, ancora un po' di freddo al mattino al nord e nelle valli del centro. Mite nel pomeriggio. Locali nebbie nottetempo sulle zone pianeggianti del settentrione e nelle valli del centro.

domenica 27 novembre: bello ovunque, a parte qualche nebbia sulle pianure del nord e nelle valli del centro.

lunedì 28 novembre: instabile sulla Sardegna con qualche rovescio sul sud e sull'est della regione, tempo buono altrove. Possibile nebbia più estesa e persistente al nord. Velature nelle Alpi.

martedì 29 novembre: tempo simile, ancora variabile in Sardegna, bello altrove, ma con nebbie in agguato, anche al centro-sud nottetempo.

mercoledì 30 novembre: al nord passaggi nuvolosi medio-alti, in pianura ancora un po' di nebbia, per il resto bel tempo salvo addensamenti sui versanti tirrenici e sulla Sardegna, ma senza piogge. Temperature in lieve calo.

giovedì 1 dicembre: primi segnali di peggioramento al nord e sul versante tirrenico, da verificare. Consulta gli aggiornamenti.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum