Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ARIA di NEVE sulle Alpi e gran parte dell'Appennino da lunedì

L'inverno meteorologico sembra aprirsi sotto i migliori auspici, tornano i fronti organizzati e, con essi, anche le nevicate, dapprima in montagna, poi, probabilmente, anche a quote collinari, specie al settentrione, con la complicità dell'anticiclone russo!

La sfera di cristallo - 25 Novembre 2004, ore 16.20

E' la vera notizia del giorno la conferma della formazione e del rafforzamento dell'anticiclone russo, il classico anticiclone pellicolare, cioè presente solo al suolo e sormontato invece da un vortice freddo in quota, con centro all'altezza del Mare di Barents, che scaricherà a tratti, sottoforma di rovesci di neve, aria gelida verso il suolo. E così la Russia continuerà a rimanere nel freezer e lentamente, l'aria fredda, come un fluido viscoso, si spingerà verso l'Europa centrale. La sola presenza dell'anticiclone russo farà finalmente scivolare le depressioni in arrivo dal nord Atlantico più ad ovest. Il Mediterraneo centrale sarà allora pronto ad accoglierle: una situazione già vista nel passato in pieno inverno. Non a caso abbiamo pubblicato oggi un eccezionale documento del 25 gennaio 1986, ma potremmo aggiungere anche l'episodio del 17 dicembre 97 quando la neve ricoprì tutto il nord e a Mosca la temperatura scese a -26°C! Fu però un episodio isolato, l'anticiclone poi se ne andò e così l'inverno dalle nostre zone. Nella situazione che vi presentiamo oggi non c'è ancora il sentore di un richiamo di correnti da est tale da favorire nevicate in pianura, piuttosto avremo un inserimento di aria fredda al seguito del primo passaggio depressionario, ma la distanza temporale ci impedisce di capirne l'entità in vista del passaggio successivo, quello del 2-3 dicembre. In ogni caso si prepara un periodo vivace che farà certamente piacere a tutti coloro che aspettavano delle nevicate in montagna. SINTESI PREVISIONALE sino a giovedì 2 dicembre: venerdì 26 novembre: correnti umide sul Tirreno; esse causeranno deboli ed isolate piogge su Toscana, Lazio, Umbria e in serata forse anche sulla Campania, altrove bel tempo ma con presenza di strati bassi o nebbie mattutine in Valpadana. Temperature in contenuto aumento, più sensibile in montagna. Sabato 27 novembre: nuvoloso al centro-sud con qualche debole pioggia sparsa, più frequente sulle regioni tirreniche, al nord in prevalenza soleggiato, lungo le Alpi a tratti nuvoloso e in serata qualche fiocco di neve possibili lungo le vallate di confine con Svizzera ed Austria. Temperature senza variazioni di rilievo. Domenica 28 novembre: mattinata almeno in parte soleggiata, dal pomeriggio aumento della nuvolosità su tutte le regioni, in serata deboli piogge su Toscana e Liguria, prime nevicate sulle Alpi occidentali oltre i 1300m. Temperature in lieve calo, venti da SW in rinforzo. Lunedì 29 dicembre: depressione centrata sul nord Itaia con tempo perturbato al nord, sulle regioni centrali tirreniche, l'Umbria e la Sardegna con piogge sparse, rovesci e nevicate sulle Alpi tra i 900 e 1200m di quota e oltre i 1500-1700m sull'Appennino centro-settentrionale, parzialmente nuvoloso sulle altre regioni con tendenza a moderato peggioramento in serata; contemporaneo miglioramento al nord-ovest con l'inserimento del vento da nord. Martedì 30 dicembre: ancora instabile al centro-sud con rovesci e sul Triveneto e l'Emilia-Romagna dove in mattinata insisteranno piogge diffuse in pianura e nevicate sulle Alpi oltre i 900-1000m. Sull'Appennino centrale, e sul Gennargentu abbassamento del limite delle nevicate a 1000m. Temporali anche forti sulla Campania! Al nord-ovest sereno con Foehn freddo da nord, miglioramento ovunque nel pomeriggio-sera. Mercoledì 1° dicembre: soleggiato ovunque, piuttosto freddo al nord, tendenza ad annuvolamenti al centro-sud e, dalla sera anche sulla Liguria. Vento in graduale rotazione da Maestrale a Libeccio. Giovedì 2 dicembre: sul Piemonte, la Liguria, la Toscana e la Sardegna nuvoloso con precipitazioni, nevose anche a quote collinari su Appennino ligure e Piemonte. Altrove tempo dapprima parzialmente nuvoloso, con copertura nuvolosa in aumento dal pomeriggio e, verso sera, precipitazioni su Umbria e Lazio (con neve oltre i 900-1000m), e su Valle d'Aosta e Lombardia con neve a quote collinari. Temperature in calo al nord, stazionarie o in lieve aumento altrove

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum