Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Anticiclone azzorriano alla riscossa su mezza Europa, Italia un po' ai margini

Anticiclone in grande spolvero sull'Europa centro-occidentale, Italia ai margini con qualche episodio temporalesco sparso qua e là, concentrato soprattutto durante le ore pomeridiane e nelle aree interne e montuose.

La sfera di cristallo - 4 Luglio 2013, ore 15.00

Lungo i versanti occidentali del continente, il tempo atmosferico a cavallo tra la prima e la seconda decade di luglio presenterà spesso e volentieri condizioni atmosferiche votate al tempo buono e caldo. I massimi anticiclonici resteranno infatti concentrati a cavallo tra la Francia, la penisola Iberica ma soprattutto il Regno Unito. La posizione assunta dall'alta pressione riuscirà così a garantire un completo blocco nei confronti delle correnti fresche ed instabile nord-atlantiche. La ventilazione oceanica sarà obbligata a raggirare il grande colosso anticiclonico, presentandosi sull'Europa sotto forma di impulsi freschi ed instabili provenienti da nord o da est.

Nel suo consolidamento l'area di alta pressione verrà agevolata dalla posizione più settentrionale rispetto alla media, assunta dalla ICTZ. (Linea di Convergenza intertropicale) Come vi abbiamo già annunciato in questo articolo --> http://meteolive.leonardo.it/news/MeteoLive-Zoom/50/Africa-o-no-La-risposta-arriva-dai-settori-equatoriali/42220/ <-- l'anticiclone riceverà un considerevole contributo di aria calda subtropicale che andrà innalzando i geopotenziali sino a valori ragguardevoli. L'anticiclone raggiungerà la sua fase di massimo furore tra le giornate di venerdì 5 e mercoledì 10 luglio, iniziando successivamente un lento processo di erosione a partire dai settori più orientali del continente.

Cosa succederà sull'Italia?

Col passare dei giorni l'alta pressione verrà "aggirata" dalle correnti moderatamente fresche ed instabili che dai settori settentrionali del continente riusciranno a scendere di latitudine verso l'Europa orientale. Una piccola parte di queste masse d'aria fresca riusciranno a coinvolgere anche il nostro Paese, determinando un aumento dell'instabilità lungo i settori interni ed appenninici.

Occorre rimarcare la totale assenza di una struttura ciclonica definita, in grado cioè di portare alla formazione di un sistema frontale organizzato. Il bel tempo verrà garantito soprattutto nelle aree pianeggianti e marittime, nonchè sulle isole maggiori. Le manifestazioni di instabilità prediligeranno soprattutto le aree interne e montuose dell'Appennino, presentandosi durante le ore pomeridiane.

L'anticiclone mostrerà segni di invecchiamento solo a partire da giovedì 11 luglio. I valori di pressione al suo interno scenderanno gradualmente, accompagnandosi ad un progressivo sgonfiamento della bolla d'aria calda e stabile dalla sua roccaforte occidentale. Pur non risultando direttamente interessata da questa attenuazione del campo anticiclonico, l'Italia ne subirà comunque le conseguenze vedendo una intensificazione delle infiltrazioni fresche orientali che sul finire della prossima settimana porterebbero una generale accentuazione dell'attività temporalesca pomeridiana e serale su diversi settori dello stivale.

Sintesi previsionale da venerdì 5 giovedì 11:

Venerdì 5: tempo buono e stabile su tutto il Paese con temperature in generale aumento e venti deboli. Qualche rovescio o breve temporale sul Triveneto tra pomeriggio e serata, isolati rovesci pomeridiani sull'Appennino Calabro.

Sabato 6: giornata di tempo buono e caldo su tutti i settori del Paese. Durante il pomeriggio qualche temporale sull'Appennino centro-orientale Ligure nonchè su limitati settori dell'Appennino meridionale. Temperature in generale aumento, venti deboli variabili.

Domenica 7 - lunedì 8: infiltrazioni fresche ed instabili in arrivo da est, determinano una generale accentuazione dell'attività temporalesca pomeridiana lungo Alpi, Prealpi ed Appennini. Lungo le coste, nelle aree pianeggianti e sulle due isole maggiori tempo buono e caldo con venti deboli a regime di brezza. Temperature stazionarie.

Martedì 9: giornata di caldo moderato con tendenza ad ulteriore aumento dell'umidità nei bassi strati con atmosfera piuttosto afosa. Rovesci e temporali pomeridiani lungo i settori montuosi. Tempo migliore lungo le coste e nelle aree pianeggianti. Venti deboli e temperature stazionarie.

Mercoledì 10 - giovedì 11: atmosfera calda ed afosa con temporali pomeridiani che sulle aree interne tenderanno a divenire più estesi rispetto ai giorni precedenti. Ancora tempo buono ma fosco lungo le coste e nelle aree pianeggianti. Temperature stazionarie, venti deboli.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum