Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

All'inizio di febbraio break perturbato sull'Europa

La traiettoria del vortice depressionario potrebbe però essere ancora una volta penalizzante per l'Italia.

La sfera di cristallo - 24 Gennaio 2008, ore 14.58

L'Italia è conosciuta in tutto il mondo come il Paese del sole, del mare e dal clima mite (da poco siamo conosciuti anche come Paese della spazzatura ma speriamo che questa onta venga presto cancellata). Queste considerazioni in fin dei conti non sono fuori luogo, anche se molto spesso vediamo quanto la natura, senza necessariamente proporci episodi invernali estremi, sia in grado di mettere a repentaglio le nostre vita: pensate solo a quanto è successo nelle ultime 24 ore al sud per il vento. Il cambio climatico ha comunque consolidato la fama di un'Italia sovente baciata dal sole e dunque dagli anticicloni, figure che si mostrano sempre più innamorate del Mediterraneo anche in pieno inverno, quando dovrebbero starsene di quinta sull'Atlantico o ben rintanate nell'entroterra africano. Comunque sia la fase di tempo stabile e mite che ci interesserà sino agli ultimi giorni del mese, dovrebbe essere sostituita abbastanza rapidamento con l'inizio del febbraio da un passaggio perturbato di una certa importanza, in concomitanza con la temporanea perdita di vivacità del vortice polare e di un conseguente rallentamento della corrente a getto con una saccatura colma di aria fredda che dovrebbe farsi largo sul nord del Continente sino a coinvolgere anche il nostro Paese con precipitazioni e un certo calo delle temperature, che peraltro potrebbe essere contrastato da un richiamo di correnti meridionali, qualora la saccatura decidesse di spingersi troppo ad ovest, ad esempio verso Canarie e Marocco. Sarebbe un altro clamoroso autogol per l'inverno, quasi una beffa per chi si aspetta che almeno a febbraio faccia il freddo che deve. E' comunque l'ultimo treno o quasi per il Generale Inverno, visto che entro il 5 febbraio potrebbe riprendere poi il flusso zonale atlantico sul nord Europa, figlio di una rinnovata energia del vortice polare, mentre alle latitudini più basse l'anticiclone delle Azzorre, istigato proprio dalla corrente a getto, sarebbe ben lieto di tornare a proteggerci. Quanto ai riflessi del riscaldamento avvenuto in sede stratosferica e le cui conseguenze parrebbero in qualche modo interessare l'Europa, al momento non ci pare di scorgere nessun risvolto diretto per l'Italia. SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 31 GENNAIO 2008 Da venerdì 25 a martedì 29 gennaio: bel tempo ovunque salvo un temporaneo passaggio di velature nel corso del fine settimana. Temperature miti sino a domenica sera, poi un po' più freddo, specie lungo le regioni adriatiche. Attenzione a qualche nebbia notturna e mattutina in Valpadana. Mercoledì 30 gennaio: ancora tempo generalmente buono ma con pressione e temperature in diminuzione, accentuazione delle nebbie in pianura e nelle valli del centro e lieve aumento della nuvolosità sulla Liguria. Giovedì 31 gennaio: nubi in sumento più deciso sulla Liguria, in estensione a tutto il nord-ovest, velature sul resto del nord, nubi in aumento anche sull'alta Toscana, per il resto persistenza di cielo poco nuvoloso. Ancora attenzione a qualche nebbia. Temperature in ulteriore diminuzione.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.53: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

incidente

Entrata chiusa causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Vimercate Nord: Frazione Velasca (K..…

h 08.43: R32 Raccordo Viterbo-Terni (rato)

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra 6,321 km dopo Svincolo Sp Narni Scalo-Capitone (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum