Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Alito mite sull'Italia ma le piogge non mancheranno

Cambio della guardia ai vertici dell'atmosfera. Il freddo continentale passa lo scettro dell'inverno al più mite respiro dell'oceano. Tra le varie perturbazioni trasportate dalla corrente a getto una, piuttosto corposa, è attesa tra venerdi e sabato

La sfera di cristallo - 7 Gennaio 2008, ore 16.14

Repentina inversione di marcia dell'inverno. I primi giorni dell'anno avevano dato l'impressione di una stagione fredda finalmente in grande spolvero (e in parte le aspettative sono state rispettate), tuttavia l'inverno 2007, trascorso sotto le mentite spoglie di una strisciante e costante primavera, deve averci dato la parvenza di vivere quest'anno un evento di notevole portata, quando invece ci troviamo dinnanzi ad una stagione assolutamente normale. Certo di questi tempi parlare di "normale" è gia un risultato, tuttavia molti di noi giustamente si aspettavano qualcosina in più, viste anche le premesse climatico-statistiche imposteci dallo studio degli indici teleconnettivi. L'impressione più comune è quella che il tempo gestisca i suoi fenomeni a pagamento. Vuoi la neve? Bene ma poi la paghi con due settimane di Atlantico mite. Vuoi la pioggia? Bene, un giorno di pioggia ne vale 20 di anticiclone. Pare bene comunque ricordare che la stagione è solo all'inizio e quasi sicuramente è ancora in attesa di sfoggiare il suo miglior repertorio dunque, stratosfera o non stratosfera, Orso russo od oceano Atlantico, non ci rimane che attendere il costante evolversi dei progetti di questo scorcio stagionale tanto amato dagli appassionati. Porte spalancate dunque sull'oceano ora. La corrente a getto attraversa il continente a piena velocità con una traiettoria pressochè rettilinea. La sua forza gonfia l'anticiclone delle Azzorre ma alimenta anche l'impressionante depressione d'Islanda. Proprio dal cuore di questra giostra vorticosa si staccherà una vera e propria perturbazione la quale infilerà, all'altezza della Spagna, il tessuto anticiclonico disteso lungo i paralleli mediterranei. Il nocciolo di aria fredda che la segue in quota verrà lavorato dal giogo imposto dall'arco alpino e si getterà quindi lungo lo Stivale apportando un veloce peggioramento. Quando? Tra venerdi e sabato la prima sventagliata busserà alle porte del nord, apportandovi una buona dose di piogge. Per la neve occorrerà salire, anche se non di molto, sui rilievi alpini e appenninici, mentre il solito cuscino potrebbe catturare i fiocchi e condurli a quote molto basse sull'angolino più appartato del Piemonte. Sabato sarà poi la volta di centro, Sardegna e di parte del sud, con possibilità di piogge anche estese ma con la neve relegata alle vette appenniniche più elevate. Domenica ultimo giro, sale stavolta il meridione con fenomeni parimenti estesi e con venti forti e mari molto mossi. A seguire una breve pausa poi l'Atlantico potrebbe concedere il bis tra lunedi e martedi, allontanando sempre più lo spettro di una pericolosa e deleteria staticità anticiclonica invernale. TENDENZA PREVISIONALE FINO A LUNEDI 14 GENNAIO Martedi, 8 gennaio 2008 Prevalenza di sole al nord, salvo banchi di nebbia al mattino sulla pianura Padana e qualche nube sparsa in Liguria. Nuvolosità irregolare al centro-sud con addensamenti a tratti consistenti su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia garganica e Lucania dove potrà anche piovere. Maggiori schiarite sulle isole Maggiori. Venti moderati da NNE su Liguria e Adriatico, deboli altrove. Mari poco mossi o mossi. Temperature in lieve calo al centro-sud. Mercoledi, 9 gennaio 2008 Veloce passaggio nuvoloso al nord, con quache nevicata in valle d'Aosta e Alto Adige tra gli 800-1000m ma tendenza a rapido miglioramento. Nubi irregolari sul resto d'Italia, con addensamenti più consistenti sulle regioni centrali e sui settori jonici di Calabria e Sicilia dove potranno avresi precipitazioni intermittenti. Quota neve posta tra 1200-1400m. Venti deboli, mari poco mossi, temperature senza grandi scossoni. Giovedi, 10 gennaio 2008 Al nord tempo inaffidabile con nubi sparse e qualche breve pioggia su Levante ligure, Basso Veneto ed Emilia Romagna. Cieli chiusi sul resto del Paese con brevi piogge possibili a macchia di leopardo. Qualche rovescio in Sardegna nel pomeriggio. Venti deboli, mari poco mossi, temperature stazionarie su valori piuttosto miti. Venerdì, 11 gennaio 2008 NORD-OVEST Peggiora su tutti i settori con piogge dal pomeriggio. Neve su Alpi e versanti padani dell'Appennino ligure oltre i 300-400m. Abbastanza freddo. NORD-EST Nubi in aumento dal pomeriggio con qualche precipitazione nel pomeriggio sera. Neve sulle Alpi oltre i 700-800m. Freddo al mattino, con locali nebbie sulle pianure. CENTRO Nubi in aumento su Toscana e Lazio con qualche pioggia nel pomeriggio. Neve in Appennino oltre i 1500m. Nubi sparse senza fenomeni altrove. Abbastanza freddo al mattino, temperature in rialzo dal pomeriggio-sera. SUD Aumento nella nuvolosità ad iniziare da Campania e Sicilia con possibili piogge. Maggiore variabilità sulle altre regioni. Temperature in aumento. Sabato, 12 gennaio 2008 NORD-OVEST Migliora già nel primo mattino ad iniziare dal Piemonte e dal Ponente ligure. Possibili nebbie sulla pianura Padana. Venti moderati occidentali su Alpi e Liguria. Relativamente freddo. NORD-EST Moderatamente perturbato, con piogge sparse e nevicate oltre i 700-800m su Prealpi e Dolomiti. Attenuazione dei fenomeni dalla tarda mattinata. Ventoso e abbastanza freddo. CENTRO Al primo mattino ultime piogge su Toscana e Umbria ma con successivi rasserenamenti. Tempo buono sulla Sardegna con vento di maestrale. Molto nuvoloso sulle rimanenti regioni con piogge sparse e isolati temporali. Fresco e ventoso. Mari molto mossi. SUD Moderatamente perturbato con piogge e isolati rovesci. Maggiore variabilità sulla Sicilia dove si svilupperanno ampie schiarite. Fresco e ventoso. Mari molto mossi. Domenica, 13 gennaio 2008 NORD-OVEST Generali condizioni di tempo buono con possibili nebbie e gelate al piano notte. Freddo al mattino, più mite di giorno. NORD-EST Soleggiato sulle Alpi, parzialmente nebbioso in pianura soprattutto nottetempo. Freddo al mattino, più mite di giorno. CENTRO Generali condizioni di bel tempo. Freddo al mattino nelle vallate interne. SUD Nuvolosità irregolare sul settore peninsulare e su est Sicilia con ultime precipitazioni. Miglioramento ovunque in serata. Fresco e ventoso. Lunedì, 14 gennaio 2008 NORD-OVEST Nubi in aumento ad iniziare da ovest con qualche precipitazione dalla sera su Alpi occidentali e valle d'Aosta, nevose fino a quote molto basse. Freddo. NORD-EST Nubi in aumento su Trentino e Alto Adige con qualche fiocco possibile. Variabile e asciutto sulle altre regioni. Freddo. CENTRO Nuvolosità in aumento sul versante tirrenico ma senza piogge. Maggiori spazi soleggiati lungo l'Adriatico e in Sardegna. Fresco. SUD Prevalenza di sole sulla Sicilia. Parziale aumento della nuvolosità sulle altre regioni ma senza conseguenze. Relativamente fresco.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.56: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Rimini Sud (Km. 127,4) in uscita in direzione da Bologna dalle 08:5..…

h 08.56: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda rallentamento

Code per 2,5 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum