Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un mese di febbraio "con i fiocchi"

Se fosse realistica questa linea di tendenza ipotizzata dal modello deterministico americano, il volto della stagione invernale 2012-2013 cambierebbe drasticamente riservandoci così il suo lato più crudo.

Ipotesi estreme... - 24 Gennaio 2013, ore 11.00

Dopo la probabile fase anticiclonica che entro fine mese caratterizzerà il tempo del Mediterraneo, l'arrivo di febbraio dopo un avvio un pò sottotono sarà caratterizzato una certa ripresa degli scambi meridiani sull'Europa. Tutto questo potrebbe determinare l'innesco di una nuova fase invernale anche sul nostro Paese, del resto febbraio nonostante le giornate inizino ad allungarsi traghettandoci inesorabilmente verso la primavera, resta un mese prettamente invernale.

In effetti una potente discesa di aria fredda dalle regioni polari sino al Mediterraneo potrebbe verificarsi entro la prima decade di febbraio. A questo punto della storia le ipotesi possibili possono essere molteplici e non tutte contemplano necessariamente l'arrivo dell'inverno sull'Italia.

- Se la colata d'aria fredda puntasse l'Europa occidentale, sul nostro Paese interverrebbero venti meridionali di Libeccio o Scirocco con un'atmosfera più autunnale che primaverile.

- Se la colata finisse troppo ad est, il maggiore raffreddamento interverrebbe solo sui Balcani ed alcuni settori dell'Italia orientale. L'Italia (soprattutto le regioni occidentali) vedrebbero così un proseguimento degli standard primaverili.

Esistono poi delle curiose varianti di quelle che sono le ipotesi più probabili. Dopo una iniziale fase di raffreddamento ad opera di aria artica-marittima, questa previsione alternativa del modello americano prevederebbe l'arrivo sull'Italia di una massa d'aria molto fredda da est nord-est, frutto di una potente azione retroattiva innescata dalla formazione di una cintura anticiclonica che dall'oceano Atlantico andrebbe a collegarsi con una zona d'alta pressione nel nord della Russia e sulla penisola Scandinava.

Come nella più classica delle AO - NAO negative, il forte aumento della pressione in sede nord-europea innescherebbe sull'Europa tutto un altro tipo di circolazione dominata da venti freddi di origine continentale od artica.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/Fantameteo-30gg/45/Entro-il-5-febbraio-nuove-situazioni-invernali-sull-Italia-/40230/ di Alessio Grosso.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.42: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Fano - Raccordo Per Fossombrone (Km. 173,3) e Pesaro-Urbino (Km...…

h 17.39: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Marotta-Mondolfo (Km. 187,9) e Pesaro-Urbino..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum