Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Colpo di scena INVERNALE nel corso di gennaio 2014? Ecco il FREDDO in arrivo da EST

E se si realizzasse? Vi proponiamo quest'oggi una particolare previsione emessa dal modello americano GFS che disegnerebbe sull'Italia un'evoluzione invernale tutt'altro che leggera. Il nostro Paese finirebbe infatti nelle grinfie di una massa d'aria molto fredda di estrazione continentale, in grado di apportare una considerevole fase di maltempo e freddo su diversi settori italiani.

Ipotesi estreme... - 30 Dicembre 2013, ore 11.15

Ad ulteriore riprova di come la situazione atmosferica sul lungo termine rimanga nulla affatto scontata, quest'oggi alcuni run alternativi del modello americano gfs propongono l'entrata in scena sull'Europa di un pattern decisamente più invernale rispetto a quello attuale. La fase atmosferica attuale è infatti caratterizzata dall'assoluto predominio in sede europea, di un tipo di tempo spiccatamente oceanico. Una lunga sequenza di "super-depressioni" sferzano il continente da ovest ad est, imponendo un regime di venti spiccatamente occidentale.

A livello stratosferico e troposferico, tra dicembre e novembre abbiamo addirittura superato la fatidica soglia di precondizionamento del NAM, una particolare condizione termodinamica che agevola il mantenimento di un Vortice Polare racchiuso alle alte latitudini per un periodo medio di 40-60 giorni, superati i quali, il tempo atmosferico dovrebbe tornare a proporre con gradualità una circolazione maggiormente disturbata.

Atlantico furente e dinamiche fredde possono andare d'accordo?

L'annata fredda 2013 - 2014, si pone in netto contrasto con quelle che sono state le caratteristiche dominanti di alcune recenti stagioni invernali, caratterizzate da una soppressione quasi completa delle vorticità zonali sull'Europa, sostituite da una circolazione polare divenuta spesso antizonale. In situazioni come queste, dare un'occhiata alle carte di reanalysis degli eventi passati, può fornire un valido aiuto nel comprendere quale tipo di dinamiche invernali possono essere associate ad un particolare pattern sinottico di partenza, assimilabile a quello attuale.

Scopriamo così che gli episodi invernali europei "nati" in un contesto fortemente atlantico e zonale, sono stati spesso legati all'arrivo di masse d'aria fredda di origine continentale a scapito di quelle fredde di origine artica.

Esiste quindi una correlazione tra il regime perturbato di origine atlantica e l'insorgenza di dinamiche fredde legate a correnti continentali?

La risposta è certamente affermativa. Durante gli anni spiccatamente zonali come quello attuale, il Vortice Polare tende a restare maggiormente compatto durante tutto il corso dell'inverno, agevolando così l'insorgenza di dinamiche fredde legate all'influenza di masse d'aria continentali sull'Europa. Queste correnti possono sopraggiungere sul nostro continente, senza necessità di un disturbo eccessivo a carico delle stesso Vortice Polare. Un disturbo eccessivo, favorirebbe dinamiche fredde di origine artica, oppure dinamiche antizonali poste a latitudini troppo alte per interessare direttamente il nostro Paese (anno 2009 - 2010). .

Il run che abbiamo deciso di proporvi oggi, sposa appieno questa eventualità. Esso pone l'accento alla creazione di una circolazione ciclonica secondaria, caratterizzata da un andamento antizonale delle correnti, veicolato sull'Italia da una fascia di anticicloni collocati sull'Europa centro-settentrionale da ovest ad est. In questo frangente il flusso perturbato atlantico resterebbe confinato alle elevate latitudini polari, senza essere sopito del tutto come nel caso delle dinamiche fredde artiche.

La previsione si riferisce a sabato 11 gennaio. Essa come sempre necessiterà di numerose conferme. In questo frangente è inutile soffermarsi sul dettaglio, il pattern sinottico previsto, deve essere osservato nelle sue linee generali.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.07: SS38 Dello Stelvio

blocco incidente

Tratto chiuso causa incidente a 11,201 km prima di Incrocio S.Antonio Di Morignone (Km. 93,5) in..…

h 13.07: SS53 Postumia

coda incidente

Code, incidente a 6,685 km prima di Incrocio Fontaniva (Km. 19) in entrambe le direzioni…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum