Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Zoom LUNGO TERMINE: interdetta la strada all'alta pressione

Uno sguardo al tempo sul finire di marzo e sull'esordio di aprile: prospettive di instabilità ad oltranza su quasi tutta Europa.

In primo piano - 22 Marzo 2014, ore 12.30

Dopo averci regalato la prima parentesi dal sapore primaverile della stagione, l'alta pressione sembra volersi prendere una lunga pausa di riflessione anche nelle forti distanze previsionali. Quello che sino a pochi giorni fa poteva anche apparire come una semplice fase perturbata, inserita in un contesto di generale maggiore stabilità, sfuma alla luce dei nuovi aggiornamenti che pongono l'accento sul proseguimento di una fase che, oltre a determinare persistente instabilità, determinerà anche un calo delle temperature che darà l'impressione di compiere un nuovo salto indietro nella stagione.

I PROTAGONISTI DEL TEMPO TRA LA FINE DI MARZO E LA PRIMA DECADE DI APRILE:

Nelle maglie del lungo termine emerge oggi un quadro previsionale particolarmente perturbato. Sembra quasi che l'atmosfera voglia prendersi gioco di quelli che sarebbero stati sogni e desideri degli appassionati d'inverno nel cuore della stagione fredda. Il modello americano GFS pone risalto ad una forte spinta meridiana dell'alta pressione sull'Oceano Atlantico, a tal punto da determinare sull'Italia un vero e proprio tracollo di pressione e geopotenziale.

ABBIAMO A CHE FARE CON UNA PREVISIONE PIU' O MENO AFFIDABILE?


La previsione si riferisce ai primi giorni di aprile e presenta quindi una affidabilità ancora piuttosto modesta. L'avvicendarsi delle diverse corse deterministiche, evidenzia tuttavia la persistenza di un quadro fortemente instabile dell'atmosfera.

QUALI EFFETTI COMPORTEREBBE LA DISCESA D'ARIA MOLTO FREDDA SINO AI SETTORI DELLE MEDIE LATITUDINI?

L'avanzato periodo stagionale sarebbe ragione di un considerevole aumento della turbolenza dell'aria, effetto fisiologico di una configurazione barica dal sapore invernale, trapiantata nel cuore della primavera. Oltre al calo della temperatura sarebbe logico aspettarsi proprio l'instabilità, fatta non solo di estesi corpi nuvolosi in grado di arrecare piogge moderate e diffuse, ma anche fenomeni di instabilità localizzata, determinati dal surriscaldamento dell'aria nei bassi strati per opera del sole.

Nella cartina abbiamo proposto la previsione del modello americano GFS per giovedì 3 aprile. L'alta pressione delle Azzorre protesa verso nord costituisce un blocking alla circolazione zonale con forte raffreddamento della temperatura sui settori centrali ed orientali europei.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.22: A14 Pescara-Bari

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato causa ripristino urgente fondo stradale nel tratto compreso tra Vasto Nord-Casa..…

h 20.18: A55 Diramazione Per Pinerolo

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Gerbole (Km. 9,6) e Svincolo Candiolo (Km. 7,2) in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum