Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end tormentato; ancora una fase di FORTE MALTEMPO prevista al meridione

Prima di concedersi una generale tregua indotta da un temporaneo rinforzo del getto polare alle alte latitudini europee, il MALTEMPO sull'Italia offrirà ancora un'ultima fase di instabilità che andrà consumandosi rapidamente entro il prossimo week-end. Ecco tutti i dettagli sulla situazione sinottica prevista nel fine settimana e la sue possibili conseguenze.

In primo piano - 27 Novembre 2013, ore 12.30

Nelle prossime ore andrà gradualmente attenuandosi l'irruzione d'aria fredda che sta interessando tutti i settori del Paese portando freddo pungente e neve a bassa quota sjui versanti adriatici centro-meridionali. Con l'attenuazione del flusso freddo diretto allo stivale, anche la circolazione di bassa pressione che avvolge con nubi e precipitazioni le regioni meridionali, andrà scemando gradualmente, permettendo l'arrivo di schiarite sempre piùampie. La trafila del maltempo tuttavia non si conclude qui, entro il prossimo week-end ci sarà ancora spazio per una fase perturbata che, dopo aver proposto una probabile parentesi di NEVE diretta alle regioni nord-occidentali, andrà rapidamente evolvendo in un minimo "a mascherina" sulle regioni del meridione. 

Sotto un punto di vista strettamente sinottico, la fase che si prospetta da oggi, mercoledì 27 a domenica primo dicembre, appare ormai abbastanza chiara e schematizzabile:

Mercoledì 27 - giovedì 28: si interrompe la fase fredda sull'Italia con una generale attenuazione del flusso da nord-est, aumento delle temperature in quota, a partire dalle regioni del nord con intense inversioni termiche nelle conche e nelle valli. Generale tregua al maltempo sulle regioni del centro-sud.

Venerdì 29: interludio anticiclonico con un aumento termico che al nord sarà avvertibile soprattutto nelle temperature massime, lungo le coste e nelle località poste in quota. 

Sabato 30 - domenica primo dicembre: nuova fase perturbata con possibilità di NEVE sulle regioni nord-occidentali italiane nella giornata di sabato 30. Domenica primo dicembre ci attendiamo invece una rapidissima evoluzione della depressione sul basso Mediterraneo con la formazione di due minimi ciclonici distinti (minimo ad occhiale), collocati rispettivamente sulle Baleari e poco a sud della Sicilia. 

Come mai l'evoluzione della depressione sarà così veloce? 

L'impulso perturbato previsto durante il week-end, riuscirà a trovare spazio sul Mediterraneo centrale e l'Italia, sfruttando l'eredità offerta dalla circolazione di bassa pressione che attualmente ancora governa il tempo lungo lo stivale. La presenza di una intensa zona anticiclonica sull'ovest del continente, favorirà tuttavia una rapida evoluzione del sopraccitato impulso verso le regioni meridionali ove andrà costruendo un vistoso "minimo a mascherina". Trattasi di una figura ciclonica complessa, caratterizzata dal possedere al suolo due minimi distinti di bassa pressione, dotati di vita propria ed indotti nella loro formazione da motivi soprattutto orografici. 

Quali conseguenze sul mezzogiorno italiano?

Ci attendiamo una fase di FORTE MALTEMPO sui mari meridionali italiani. In questo caso a fare maggiore scalpore potrebbe pensarci la circolazione di venti prevista attorno a questa complessa depressione. L'avvicinamento dell'anticiclone azzorriano all'Europa centrale, andrà infatti stringendo le maglie bariche sul Paese, favorendo un rinforzo netto dei venti settentrionali ed orientali. Da un lato questo agevolerà la rapida evoluzione della depressione dalle regioni del nord sin verso i mari meridionali italiani, dall'altro questa rapida evoluzione verrà pagata al caro prezzo di condizioni meteo-marine nn buone soprattutto sui mari occidentali.

Nei prossimi aggiornamenti scenderemo maggiormente nel dettaglio. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum