Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end: alta pressione o correnti fredde da nord? Modelli a confronto

Situazione non ancora ben predicibile per la giornata di domenica. Ecco il responso dei due principali modelli.

In primo piano - 16 Settembre 2013, ore 11.00

Il mese di settembre che stiamo vivendo sicuramente non annoia. Come in una partita di calcio con numerosi capovolgimenti di fronte, il tempo cambia continuamente aspetto e anche le stesse configurazioni bariche sembrano non trovare pace sullo scacchiere europeo.

Prima le correnti instabili dettate da una goccia fredda sull'Europa centrale, poi una perturbazione organizzata che ha aperto un periodo di "variabilità oceanica" che andrà avanti per qualche giorno. A seguire l'alta pressione tenterà di chiudere la strada ai fronti da ovest, ma potrebbe restare vittima della sua stessa foga. Alcune elaborazioni la danno troppo sbilanciata verso nord-ovest, con un afflusso freddo che interesserebbe il Bel Paese nei primi giorni della settimana prossima.

La giornata chiave sarà quella di domenica 22 settembre, che noi prontamente andiamo ad analizzare.

Secondo il modello americano, una bella cupola di alta pressione proteggerà oltre all'Europa centro-occidentale, gran parte del Bacino occidentale e centrale del Mediterraneo.

L'azione delle correnti fredde settentrionali, sempre secondo questo modello, dovrebbe limitarsi alle regioni del basso Adriatico, al meridione e soprattutto alla Penisola Ellenica, con un interessamento del tutto marginale per la nostra Penisola.

Il grosso cuneo di alta pressione verrebbe alimentato da aria calda di matrice sub-tropicale e presenterebbe carattere di notevole solidità.

 

Il modello europeo, però, non è di questo avviso. La giornata in questione è sempre quella di domenica 22, ma come vedete, secondo le analisi inglesi, il cuore dell'alta pressione sarebbe troppo sbilanciato a nord-ovest per poter influenzare in maniera diretta l'Italia.

L'alta pressione è prevista alzarsi notevolmente di latitudine e sul suo fianco orientale verrà giù aria fredda di diretta estrazione polare, con obiettivo l'Europa centrale ed il bacino del Mediterraneo.

Inutile dire che con questa situazione si avrebbe instabilità e vento forte su molte regioni d'Italia, specie quelle orientali ed una generale diminuzione della temperatura, sotto l'egida di venti intensi e freddi di Tramontana.

Chi avrà ragione? Se analizziamo i quadri ens del modello europeo, effettivamente la previsione emessa oggi ci appare un po' spinta verso scenari freddi. Di conseguenza diamo un 60% di possibilità al modello americano ed un 40% a quello europeo. Nei prossimi giorni vedremo se aumentare o diminuire queste percentuali.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.46: A14 Pescara-Bari

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A16 Napoli-Canosa (Km. 602,7) e Canosa (Km. 610,5)..…

h 01.52: SS113 Settentrionale Sicula

incidente

Incidente a 543 m prima di Incrocio Giammoro (Km. 33) in entrambe le direzioni…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum