Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

VORTICE POLARE: due aree di GRANDE FREDDO sul nostro emisfero, vediamo quali

Monitoriamo assieme lo stato di salute del nostro Vortice Polare, eccone le caratteristiche salienti che quest'ultimo potrebbe assumere nei giorni a venire.

In primo piano - 8 Novembre 2017, ore 17.10

In questi ultimi anni, un surplus di calore accumulato nella fascia polare durante il periodo estivo, spesso e volentieri ha remato a sfavore del normale processo di ricostituzione delle masse d'aria fredde legate al Vortice Polare. La mancanza di un gradiente elevato e le frequenti incursioni delle masse d'aria calde legate all'attività delle fasce anticicloniche subtropicale, altro non hanno fatto che amplificare questo riscaldamento che si è ripercosso anche nell'estensione dei ghiacci artici in fase di continuo ritiro.

Ebbene in questa annata 2017, l'enorme quantità di calore presente nelle fasce anticicloniche subtropicali è riuscito a ricreare un gradiente, cioè una ripresa nell'attività dei venti occidentali (zonali) che ha protetto la regione polare dagli attacchi più violenti delle masse d'aria calde subtropicali. Questo è il paradosso del famigerato Global Warming, passare da una situazione di forte riscaldamento della temperatura, al fine di portare ad una reazione contraria, quasi a voler confermare la "non linearità" di un sistema complesso come l'atmosfera. 

Da questo punto di partenza abbiamo potuto contare su di un Vortice Polare che, già in questo autunno, ha cominciato a raffreddarsi in netto anticipo rispetto alla tabella di marcia (ritardataria) cui abbiamo potuto assistere nel recente passato. Gli effetti di questo anticipo li possiamo vedere già adesso con due grandi aree di freddo presenti rispettivamente sul continente nord americano (Canada, Quebec, Alaska) e sul continente Euroasiatico. 

Ai fini dell'inverno europeo, di gran lunga il più importante è costituito dal lobo euroasiatico del Vortice Polare che quest'anno si presenta molto sviluppato. Da una buona attività d'onda sull'oceano Atlantico e sull'oceano Pacifico dipenderanno le sorti della nostra stagione invernale che, al momento, sembra avere maggiori chances di portare qualcosa di positivo, staccando già adesso in modo netto dagli standard atmosferici istituiti dalla circolazione atmosferica delle scorse annate. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum