Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Viaggio negli inverni freddi del passato: il 1700!

Continua il nostro viaggio negli inverni gelidi della piccola era glaciale.

In primo piano - 3 Settembre 2014, ore 12.20

Con il 1700 si può approntare una prima rete di rilevamento dati, sebbene molto rudimentali e non propriamente precisi. E' da ascrivere a questo secolo l'invernata più fredda in assoluto dell'epoca moderna e contemporanea, quella del 1708-09, anche se in realtà si potrebbe parlare di super gennaio, visto che fu proprio quello il mese in assoluto con il freddo più estremo e quel primato resiste ancora oggi, con temperature che pensate a Berlino sfiorarono anche i -30°C, con molte minime sotto i -25°C.

Pensate che per la prima ed unica volta nella sua storia gelò interamente anche il Lago di Garda. Lo schema barico è quello ben conosciuto per assicurare questi tipi di freddo: era presente l'anticiclone russo-siberiano in grande spolvero. Da segnalare anche -23°C a Parigi, i porti di Marsiglia, Genova e Venezia gelati, morirono moltissime piante di ulivo, vigneti ed agrumi.

A Venezia si toccarono - 17.5°C ed anche la Valpadana conobbe diverse punte sotto i -20°C con tanta neve; fiocchi che caddero anche su Roma e Napoli. Il freddo colpì sino in luglio, quando si segnalò una spruzzata di neve in Baviera sino in pianura. 

Gli inverni successivi risultarono meno crudi, ma nel 15-16 tornò a nevicare abbondantemente su Roma; la relativa tregua durò sino al 39-40 per rivedere in azione il Generale Inverno in modo altrettanto severo.  Si tennero molte fiere del ghiaccio sul Tamigi a Londra, che fece segnare una temperatura record di -22,0 °C. Berlino registrò un bimestre gennaio-febbraio con una temperatura media di -7,9 °C, fra le più basse di sempre.

Come dimenticare poi il famoso inverno bianco del 1744 in Sicilia con quasi mezzo metro di neve a Palermo, che da allora non ha più assistito a nulla di lontanamente simile. Altro inverno freddo il 1766-67, in particolar modo il mese di gennaio; da quest'invernata in poi, ricomincia un nuovo periodo di frequente freddo intenso invernale, che si protrarrà fino alla fine della Piccola Era Glaciale; dopo una relativa pausa ad inizio Settecento, si segnala infatti una nuova avanzata dei ghiacciai alpini verso quote più basse di quelle consuete. Tra gli inverni più freddi ecco il 75-76, l'83-84 e l'84-85.

Da notare anche il dicembre 1788, dove a Londra la temperatura crollò fino a -21 °C già a fine novembre, anche a Parigi si misurò lo stesso valore; in Italia il gelo e la neve arrivarono a raggiungere i massimi effetti alla fine di dicembre, ove nevicò a Roma per 4 giorni, e a Napoli, fra il 28 e il 30 del mese, si ebbe un'abbondantissima nevicata (circa 40 cm al porto).

Freddissimo risultò anche il gennaio 1795, e nell'Europa centro-orientale, anche l'inverno 1798-1799.
 

Fine terza parte
Leggi qui la seconda parte del nostro viaggio tra gli inverni freddi del passato:
http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Viaggio-negli-inverni-piu-freddi-del-passato-il-1500-e-il-1600-/43164


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.30: A8 Milano-Varese

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Barriera Di Gallarate Nord (Km. 31,9) e Varese (Km. 42,6) in entr..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum