Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

VIAGGI: perché si parte?

Perchè si parte? Cosa si spera di trovare? Cosa ci resta al congedo?

In primo piano - 31 Maggio 2017, ore 11.21

Si parte perchè fondamentalmente si è scontenti del luogo nel quale si vive, per allargare gli orizzonti, fare nuove esperienze, conoscere altre tradizioni, incontrare l'anima gemella, combattere lo stress che si è impadronito di noi dopo un durissimo anno di lavoro. Si viaggia perchè aiuta a sentirsi vivi, perchè è bella l'avventura del viaggio in sè, per condividere emozioni nuove con parenti, figli ed amici. Si viaggia per cercare una dimensione alternativa, per ritrovare se stessi, perchè da una nuova amicizia possano magari nascere anche nuove opportunità.
 
Si viaggia per cercare un angolo di paradiso già sulla Terra, per assaporare momenti spensierati che poi potrai rivivere attraverso le foto o le riprese amatoriali, si viaggia perchè si va a visitare un luogo atmosfericamente stimolante, diverso dal nostro, si viaggia per uscire dalla mediocrità del quotidiano.

Il soggiorno non sempre sarà all'altezza delle aspettative. Lo avevamo immaginato per un anno intero, studiato nei minimi dettagli a tavolino su Internet, confrontando foto, prezzi, località. Quelle giornate le avevamo già immaginate tutte, perchè alla fine l'attesa della vacanza è quasi sempre più bella della vacanza stessa, ma nelle occasioni in cui tutto fila liscio e si scopre il luogo prediletto, il proprio buon retiro, allora poi congedarsene diventa molto difficile.

E' un congedo sofferto, lacerante, una ferita che brucerà per un pezzo. Tornato a casa sentirai ancora il richiamo di quel luogo, delle cose che hai fatto, condiviso, delle emozioni che hai provato osservando i fulmini che cadevano sul mare mentre tu eri in riva con il fuoco acceso, circondato dagli amici più cari, penserai a quei risvegli così sereni, spensierati, assaporati sino all'ultimo e soffrirai ancora, ma la speranza di tornare alla prima occasione aiuterà a sopportare meglio il frenetico andamento della tua vita quotidiana.

Tra i congedi più struggenti che abbia mai letto c'è n'è uno, che supera tutti e che tocca il cuore, quello di Karen Blixen dalla "sua" Africa, lo riporto integralmente:
Io conosco il canto dell'Africa, della giraffa e della luna nuova africana distesa sul suo dorso, degli aratri nei campi e delle facce sudate delle raccoglitrici di Caffè. Ma l'Africa conosce il mio Canto? L'aria sulla pianura fremerà un colore che io ho avuto su di me? E i bambini inventeranno un gioco nel quale ci sia il mio nome? O la luna piena farà un'ombra sulla? ghiaia del viale che mi assomigli? E le aquile sulle colline Ngong guarderanno se ci sono?

Buona estate a tutti!
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.47: A1 Roma-Napoli

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Frosinone (Km. 623,8) e Ceprano (Km. 64..…

h 03.37: SS12 Dell'abetone E Del Brennero

frana

Strada chiusa al traffico causa misure di sicurezza nel tratto compreso tra Incrocio Cutigliano B...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum