Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

VENERDI' arrivano i temporali al nord!

Una saccatura in arrivo da ovest sembra vincere la resistenza dell'alta pressione e puntare verso le nostre regioni centro-settentrionali tra venerdì e sabato. Ovviamente è presto per entrare nei dettagli, ma la situazione dovrebbe in parte "sbloccarsi".

In primo piano - 21 Maggio 2007, ore 10.59

Alta pressione: monotonia assoluta. Mai come quest'anno la nostra Penisola si è venuta a trovare sotto le grinfie di questa figura barica che tutto annienta: nuvolosità, pioggia, vento, neve sulle Alpi. Nei prossimi giorni, come se non bastasse, arriverà anche il caldo. Non vi saranno temperature record, ma l'Italia sperimenterà la prima ondata di caldo estivo della stagione, che sarà più avvertito sulle pianure del nord e nelle zone interne del centro. A seguire la natura cercherà, con una manovra molto interessante, di liberare (almeno in parte) il Mediterraneo dall'oppressione anticiclonica. La solita depressione ad ovest del Portogallo, questa volta, potrebbe avere un ruolo determinante per l'evoluzione del tempo da noi. Cosa accadrà in sostanza? Il primo tassello per la costruzione del prossimo peggioramento sarà l'indebolimento del braccio orientale dell'alta pressione delle Azzorre, che per qualche giorno separerà la bassa portoghese dal flusso atlantico delle alte latitudini. La spinta azzorriana dovrebbe venir meno alle medie latitudini tra mercoledì e giovedì della settimana in corso. L'Europa occidentale, di conseguenza, resterà sguarnita e potenzialmente vulnerabile agli attacchi perturbati dal nord Atlantico. A metà settimana ci troveremo quindi in una situazione di "stallo temporaneo", con l'alta delle Azzorre che tenderà ad indebolirsi e a trasferire i suoi massimi più a sud. Giovedì, ecco avvicinarsi da nord ovest una saccatura fredda con annesso sistema frontale nord atlantico. L'azione di "cattura" da parte della depressione portoghese farà crollare la pressione su tutto il comparto occidentale del Continente. L'alta delle Azzorre, non avendo più spazio sul Vicino Atlantico, tenderà a trasferire il suo braccio verso sud, con direttrice Canarie-Gibilterra-Marocco. La spinta da ovest che verrà impressa in questo settore dovrebbe fare evolvere tutta la figura di maltempo verso levante, con un iniziale interessamento del settore di nord-ovest nella giornata di venerdì 25. Insomma, la natura si inventerà una sorta di manovra a tenaglia per elidere l'alta pressione mediterranea. Quante probabilità ci sono per una buona riuscita di questo peggioramento? Beh, è sempre difficile emettere sentenze quando mancano 5 giorni dalla scadenza previsionale. Per adesso è inutile addentrarsi nei dettagli su dove pioverà di più o di meno. L'aggancio tra le due figure perturbate e una successiva traslazione verso levante sembra comunque abbastanza probabile. Questo è già qualcosa. Nei prossimi giorni, ovviamente, saremo più precisi anche sulla localizzazione ed intensità degli eventuali fenomeni.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.55: A1 Firenze-Roma

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Firenze Sud (Km. 300,9) e Firenze Cert..…

h 03.55: A30 Caserta-Salerno

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Salerno - Raccordo Salerno-Ave..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum