Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Venerdì e sabato l'anticiclone ci prova ma sarà solo un fuoco di paglia

Breve fiammata dell'estate nelle prossime ore sull'Italia. Il transito della cupola sommitale dell'alta pressione determinerà una maggiore stabilizzazzione atmosferica con temporaneo generale rialzo delle temperature. Da domenica è atteso però un generale cambio di rotta verso un tempo decisamente più dinamico a a tratti anche fresco.

In primo piano - 2 Luglio 2009, ore 10.14

Quella punta anticiclonica subtropicale arenata da giorni al di là del Mediterraneo, non troverà la forza per conquistare il nostro Continente e insediarvisi in pianta stabile. Diversi sono gli elementi che inibiscono questa manovra, prima fra tutti l'interferenza con una zona di pressione relativamente alta in zona scandinava la quale funge da blocco per l'intera circolazione occidentale alle nostre latitudini. Ora l'anticiclone, rimasto parcheggiato con ben poco orgoglio tra le coste nord-africane e il Mediterraneo occidentale, cercherà lo sprint andando a puntare con la sua cuspide calda la Francia. Giunto sul Paese subalpino però l'intera struttura si accorgerà nuovamente di non avere la forza per porre in essere i suoi progetti. Ecco che il cupolone inizierà a collassare lentamente coricandosi sul suo fianco destro, ossia in direzione dell'Italia. Saranno pertanto venerdì e sabato le giornate che vedranno il transito temporaneo di questa lingua di aria calda sul nostro Paese. Le conseguenze saranno riconducibili ad una frenata dell'instabilità pomeridiana e ad un generale aumento delle temperature, soprattutto in altitudine. La figura di bel tempo difatti si proporrà con il suo velo di aria calda soprattutto alle quote superiori e andrà ad inibire quindi lo sviluppo dei temporali quotidiani che da diversi giorni interessano la nostra Penisola. Venerdì pertanto l'attività cumuliforme pomeridiana si limiterà ad addensamenti irregolari che abbracceranno le nostre montagne ma con bassa probabilità di pioggia. Il compasso stabilizzante non avrà vita lunga ma riuscirà a perdurare sul nostro Paese fino alla prima metà di sabato, allorquando infiltrazioni decisamente più instabili inviate da una saccatura atlantica inizieranno a far sentire la loro influenza riattivando lo sviluppo di temporali ad iniziare dal nord probabilmente già in serata. Nel frattempo i termometri tenderanno a salire al centro e al sud ma si non facciamoci ingannare: da domenica le nubi guadagneranno terreno rapidamente su quasi tutto il Paese scongiurando qualsivoglia ondata di caldo e introducendo di fatto una nuova fase meteorologica la quale ci accompagnerà poi almeno fino alla metà di luglio.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum