Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Vasto sottomedia termico sull'oceano Atlantico; quali conseguenze?

Le anomalie termiche positive o negative che interessano i nostri mari, spesso e volentieri rappresentano una delle conseguenze più eclatanti di una circolazione atmosferica persistente. Vediamo nel dettaglio quali sono le condizioni attuali e da cosa sono state determinate.

In primo piano - 13 Agosto 2015, ore 11.45

L'estate 2015 è stata caratterizzata non solo dalle ondate di calore sull'Europa, ma anche da una "super attività" depressionaria che ha riguardato l'oceano Atlantico, coinvolgendo spesso e volentieri i settori nord-occidentali d'Europa. Quando la circolazione atmosferica tende ad essere influenzata da intensi scambi meridiani, l'Europa continentale sperimenta quasi sempre gli effetti portati dalle masse d'aria subtropicali africane che tendono sovente a trovare una via di sfogo sul Mediterraneo e sull'Europa. 

Questa estate non ha fatto eccezione ed abbiamo sperimentato due differenti tipologie di circolazione che, quasi come comparti stagni, sono state bloccate saldamente ai propri punti di origine, senza quasi mai compiere degli apprezzabili sforzi nel voler cambiare in modo deciso l'andamento della stagione. Come ogni dinamica frutto di una circolazione di tipo meridiano, le anomalie termiche marine sono state influenzate in modo più o meno diretto dalla circolazione atmosferica dominante. L'oceano Atlantico orientale è stato interessato per molte settimane consecutive dall'attività di alcune vistose depressioni ricolme d'aria fredda a tutte le quote, "residui" di quello che era il Vortice Polare dello scorso inverno. Giornate spesso nuvolose, ventilazione sostenuta e precipitazioni frequenti si sono protratte per diverse settimane consecutive, consolidando una vasta anomalia termica negativa che riguarda la superficie marina dell'oceano affacciata alle coste occidentali europee. 

Trattasi al momento di un'indice teleconnettivo che potrebbe giocare un ruolo determinante nel plasmare la circolazione atmosferica europea delle prossime settimane. E' infatti noto come le correnti a getto siano più intense e vigorose nei settori occupati dalle anomalie termiche negative, sia esse riguardino settori di terraferma oppure che riguardino porzioni di superficie marina. Non possiamo quindi escludere che le prossime mensilità possano essere interessate da una vigorosa attività depressionaria di natura oceanica, che potrebbe portare ad un surplus di pioggia sul Mediterraneo centrale ed occidentale. Questa evoluzione andrebbe in accordo con quelle che sono le previsioni stagionali emesse dal NOAA e di cui abbiamo dedicato un articolo appena pochi giorni fa. 

Potrete leggerlo a questo link: 

http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/previsioni-stagionali-l-autunno-ancora-influenzato-da-temperature-sopramedia-/50838/  


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum