Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Vacanze sulla neve: calo del 16%, giro d'affari crollato del 31%

Crisi economica, siccità, poi gelo polare, infine ancora mitezza e scarsità di neve, hanno pesato negativamente sul bilancio della stagione.

In primo piano - 27 Marzo 2012, ore 09.31

Neve amara per la stagione che sta per chiudersi: secondo l’indagine commissionata da Federalberghi all’Istituto ACS Marketing Solutions, infatti, si è registrato un calo di quasi due milioni di italiani nei comprensori sciistici, con un -16% rispetto alla scorsa stagione, passando da quasi 10,5 milioni di vacanzieri a poco più di 8,5 milioni.

 

Ma il dato più preoccupante riguarda il giro d’affari, letteralmente crollato con un -31%, passando dai 4,3 miliardi di euro del 2010/2011 ai circa 2,9 miliardi di euro di questa stagione.

 

Per il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, «la crisi economica che ha condizionato la spesa delle famiglie e l’altalenante meteo, che da periodi di siccità è passato a un’ondata di gelo polare, costituiscono quel mix di concause che hanno fortemente influito sull’andamento dei consumi turistici degli italiani durante l’inverno appena concluso».

 

Nel consuntivo stagionale lo studio Federalberghi rileva un forte ridimensionamento delle storiche settimane bianche e anche dei weekend, dovuto essenzialmente alla defezione diffusa di famiglie con figli.

 

«È proprio il drastico ridimensionamento dei nuclei familiari - aggiunge Bocca – l’elemento che più di tutti ha influito sull’esito finale, portando la flessione a un risultato a due cifre, segnale evidente di come genitori e figli fatichino a far quadrare i conti domestici, obbligando le famiglie a compiere delle scelte nelle quali la vacanza invernale si colloca automaticamente tra i bisogni non indispensabili».

 

E questo, sottolineano dalla federazione, nonostante l’attenzione degli albergatori sul pricing, che è sostanzialmente rimasto invariato rispetto allo scorso anno, con adeguamenti del tutto marginali sul costo complessivo della vacanza bianca.

 

«Rilanciare l’immagine turistica dell’Italia»
«A questo punto – conclude Bocca – di fronte a crisi che colpiscono un quarto dei 34mila alberghi esistenti in Italia e rappresentano il perno dell’economia di innumerevoli piccole e piccolissime realtà montane, non possiamo che ribadire al Governo la necessità del varo – da un lato – di politiche mirate al rilancio dell’immagine turistica dell’Italia, al fine di accrescere l’attrattività sia per gli italiani sia per gli stranieri del nostro giacimento montano, e – dall’altro lato – l’esigenza di considerare seriamente il ricorso a misure di sgravi fiscali per le imprese interessate da questo stato di crisi. Peraltro sempre più stremate da oltre tre anni di cali di fatturato dovuti al prolungarsi della crisi mondiale».

 

Dell’analisi a consuntivo compiuta da Federalberghi, degli 8,5 milioni di italiani che hanno effettuato almeno un periodo di vacanza sulla neve, circa 4,3 milioni di italiani (rispetto ai 5,3 milioni del 2011) hanno trascorso una settimana bianca, con un calo di oltre il 18%. Coloro che invece hanno effettuato solo dei weekend sulla neve (in media 1,84 weekend a persona rispetto ai 2,3 nel 2011) sono stati circa 4,25 milioni (rispetto ai 4,95 milioni dell’anno scorso) per un calo del 14%.

 


Autore : Report redazione MeteoLive.it (dal sito www.federalberghi.it)

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum