Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Usa-flop! La tempesta "perfetta" è una pallina di neve bagnata

I meteomen a stelle e strisce stavolta hanno toppato. Ecco perché...

In primo piano - 7 Marzo 2001, ore 20.54

Usa-flop! La tempesta "perfetta" del secolo è finita in una bolla di sapone! Dalla prima mattinata su New York come su tutta la costa orientale è tornato a splendere un bel sole, che ha già cancellato le tracce della spolveratina di neve di ieri e della notte. Ma che fine ha fatto la tempesta del secolo, tanto decantata dalla stampa e da centinaia di weathermen? Quella che in 48 ore (da lunedì mattina) avrebbe dovuto sommergere New York o Baltimora di almeno mezzo metro di neve? A New York è nevicato, certo, ma si è trattato di una nevicatina bagnata appena sufficiente a ricoprire i prati di Central Park di 7/8 cm di neve pesante, già sparita. Impietose ieri le web cam della Grande Mela: strade bagnate, non un mucchietto di neve sui bordi delle strade, spartineve parcheggiati, ma soprattutto una temperatura di 2 gradi in città. Tirava per un bel vento a 30/40 km all'ora, ma da qui alla tempesta del secolo ce ne passa. Se vero che a Boston la quantità della neve ha raggiunto i 15 cm (40 a Natale!), da New York a Washington la dama bianca è comparsa a tratti solo ieri pomeriggio e nella notte scorsa, fino a formare uno strato massimo di 4 cm. Washington è rimasta quasi completamente all'asciutto. Ieri la temperatura massima era anzi salita fino a +4°. Baltimora ha visto qualche fiocco solo nella notte. Meteo-flop? Difficile dire il contrario. La depressione scavatasi lungo la costa (a New York siamo attorno a 988 hPa) non è stata infatti accompagnata da correnti settentrionali fredde al punto giusto, pescate anzi prima della arrivo del fronte freddo poco a sud del Labrador, troppo umide e tiepide. E' poi mancata una struttura anticiclonica canadese che pescasse il vero freddo direttamente dalle pianure dell'artico canadase (troppo alti i valori del Saskatchewan e del Dakota in questi giorni, troppo calde... addirittura positive nei valori massimi). L'anticiclone canadese è rimasto troppo a sud, posizionando il suo massimo addirittura nel Montana. Per portare gran freddo e neve a palate sulla costa est deve sempre localizzarsi a nord-ovest dei grandi laghi ed essere accompagnato da forte bassa pressione a sud del fiume San Lorenzo. Ricordiamoci che le grandi nevicate sulla costa est americana hanno quasi sempre bisogno di pescare da questo congelatore. Stavolta non è andata così.

Autore : Alessandro Azzoni

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum