Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uragano "Isabel": ormai è allarme sulle coste orientali degli States

L’uragano continua a viaggiare verso nord-nord-ovest.

In primo piano - 17 Settembre 2003, ore 10.03

Nel risalire verso nord, a poche centinaia di chilometri dalla costa statunitense, l’uragano “Isabel” ha incontrato una circolazione atmosferica favorevole al suo mantenimento, e di conseguenza ha ripreso a “respirare”, grazie al fatto che il suo “occhio” si è nuovamente ampliato (è come se fosse stata riaperta una valvola di sfogo). La potenza del ciclone quindi è rimasta praticamente stabile nelle ultime 18-24 ore, permettendo ai meteorologi americani di classificarlo nella categoria 3, a causa di venti che adesso raggiungono in media i 180-185 km/h, per poi arrivare a sfiorare i 200 km/h con alcune raffiche. Insomma rispetto alle previsioni di ieri l’uragano si è mantenuto piuttosto attivo, e pertanto sta cominciando a divenire realmente pericoloso per gli abitanti della costa orientale statunitense, dove arriverà fra domani e venerdì 19; l’Organo amministrativo americano preposto a segnalare le possibili conseguenze dell’arrivo della tempesta, ha già emesso diversi avvisi; in particolare: 1) Allarme Uragano, in conseguenza di possibili raffiche di vento distruttive, associate a piogge torrenziali, per il litorale del North Carolina. 2) Allerta Uragano, in attesa di conferme sulla possibile traiettoria del ciclone, per la Virginia, il District of Columbia (dove si trova anche la città di Washington) e la Pennsylvania. 3) Allarme Tempesta Tropicale (a causa di raffiche di vento molto violente, ma in generale non distruttive) per il territorio del South Carolina, a nord di Georgetown, dove sono previste anche piogge molto abbondanti. 4) Allerta Tempesta Tropicale sempre nel South Carolina fra Georgetown e Charleston, e nel New Jersey (anche New York). L’uragano è previsto arrivare sulla costa almeno come categoria 2 (ossia con raffiche di vento attorno all’occhio fra i 145 ed i 180 km/h), e con una estensione del corpo nuvoloso che lo accompagna superiore ai 1000 km di diametro. Se avete qualche parente che si trova per motivi di lavoro o in vacanza negli Stati citati, vi consigliamo di avvisarlo del potenziale pericolo; soprattutto vi invitiamo ad avvertirlo di non avvicinarsi alla costa, a causa delle violente mareggiate previste. A tale proposito vogliamo segnalarvi che l’aumento del moto ondoso in alcuni casi precede l’arrivo dell’uragano di diverse ore, pertanto già nella serata odierna ci potrebbero essere le prime mareggiate lungo tutte le coste citate.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.58: A14 Pescara-Bari

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val Di Sangro (Km. 42..…

h 01.56: A14 Pescara-Bari

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Lanciano (Km. 413,8) e Val Di Sangro (Km. 422) in direzione Bar..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum