Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uno sguardo alle manovre del Vortice Polare: vacilla l'ipotesi anticiclone a medio e lungo termine

Nonostante un forte raffreddamento della stratosfera polare preventivato dai modelli sotto Natale, pare vi possano essere i presupposti affinchè manchi un dialogo diretto tra queste due fasce atmosferiche. I risultati che ne potrebbero derivare, aprono la strada a nuovi scenari di dinamicità.

In primo piano - 19 Dicembre 2017, ore 19.30

Appare ormai appurato che, a livello stratosferico, i prossimi giorni saranno contraddistinti da un vertiginoso ribasso delle temperature; i flussi di calore saranno completamente soppressi ed i venti zonali, cioè la circolazione cosiddetta "occidentale", sarà destinata a subire un forte incremento. In pratica sulla stratosfera potrà verificarsi l'esatta fotocopia di quel che accade quando abbiamo un Vortice Polare molto intenso in troposfera; la grande circolazione di bassa pressione si approfondisce e con il suo carico di aria fredda, rischia di compromettere anche i piani più "bassi", portandovi un rinforzo del Vortice Polare cosiddetto "troposferico", cioè nell'involucro d'aria nel quale siamo immersi e dove viviamo. 

Questa eventualità dagli addetti ai lavori viene definita col termine di "Stratcooling" e le sue conseguenze sulla circolazione in troposfera, portano ad una soppressione delle ondulazioni della corrente a getto. Si concentrano le masse d'aria fredde sulla regione polare e vengono limitati gli scambi termici tra fasce di latitudine diversa.

In parole povere, in tali condizioni sull'Europa vengono a crearsi i presupposti affinchè vi possano essere persistenti e recidivi anticicloni a monopolizzare il tempo di intere settimane. Le ondate d'aria fredda (quando si verificano) tendono a privilegiare i settori europei orientali. Sull'oceano nord Atlantico ritroviamo spesso delle grandi circolazioni di bassa pressione che spingono gli anticicloni ad espandersi proprio verso l'Europa. 

A conti fatti i modelli non sembrano però seguire pari passo questa logica di pensiero; appena superate le festività di Natale vi sarà un ribasso del Fronte Polare in corrispondenza dei settori ovest europei ed ecco riaprirsi gli scenari della PIOGGIA sulle regioni settentrionali e sui versanti tirrenici.

Spingendo poi il nostro sguardo a livello emisferico, l'anticiclone pacifico sarà dotato di una enorme spinta e riuscirà a "disassare" il Vortice Polare dalla sua sede. Sotto Capodanno alcune emissioni mettono addirittura in luce delle dinamica di "split", cioè la divisione del Vortice Polare che apre spesso la strada a dinamiche invernali molto attive. 

Insomma superate le festività di Natale, si aprono a ventaglio una moltitudine di scenari molto diversi tra loro, non possono essere esclusi dei colpi di scena ed a nostro parere, resta una situazione da vivere ed osservare con grande interesse. 



 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.00: SS191 Di Pietraperzia

blocco frana

Tratto chiuso causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Barrafranca (Km. 30,8) e Incrocio Mazzar..…

h 07.48: A14 Ramo Casalecchio

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A14 Bologna-Taranto (Km. 5) e Bologna Casalecchio (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum