Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uno sguardo al... futuro: che sorprese dovremo aspettarci da qui alla prima metà di marzo? (prima parte)

In questo articolo, suddiviso in due sezioni, abbiamo raccolto diversi elementi utili alla prognosi di lunga scadenza, in attesa delle mappe probabilistiche e delle successive conferme dalle comuni carte sinottiche. Ecco cosa ne è saltato fuori.

In primo piano - 19 Febbraio 2010, ore 09.26

Una prognosi del tempo a lunga gittata implica una corretta analisi a lungo raggio; dobbiamo infatti saper interpretare i suggerimenti che ci vengono dai diversi indici teleconnettivi noti come "predittori", soppesarli nella loro corretta influenza, valutare le loro reciproche reazioni e mettere nella giusta sequenza i processi fisici a diversa scala spaziale che ne conseguono. Imbarcarci per il nostro lungo viaggio attraverso le intemperanze del clima partendo dal basso, dove l'atmosfera è molto turbolenta e instabile, sarebbe un errore. Ecco infatti che la nostra analisi prende forma a partire dai dolci lineamenti della circolazione in alta, anzi altissima quota, quella presente in stratosfera. Secondo le carte stratosferiche elaborate dal centro di calcolo europeo di Reading notiamo subito un fattore di primaria importanza: in corrispondenza della medio-bassa stratosfera equatoriale, alla quota isobarica di 30hPa (circa 24 chilometri di quota) l'indice QBO risulta fortemente negativo, con venti disposti dai quadranti orientali, come si vede entro la bordatura nera dell'immagine allegata. Un secondo fattore di rilevante importanza è una seconda anomalia, se così si può dire, che ci mostra una vortice polare stratosferico letteralmente spappolato; tale status lo si evince dalla presenza di venti orientali a livello della circolazione circumpolare, venti orientali (identificabili entro la bordatura blu nella stessa immagine) che tra l'altro sono presenti anche fino al livello del suolo, indicando altresì la debolezza del vortice polare troposferico (indice AO negativo). Da notare anche la posizione della corrente a getto, ben al di sotto della latitudine diciamo "normale", con il suo nucleo di scorrimento addirittura sotto i 30° sud. La topografia del vortice polare a livello di 10hPa (circa 30 chilometri di quota), sempre secondo Reading (ma anche il centro di calcolo americano GFS conferma) toglie ogni dubbio e ci mostra un bell'anticiclone polare e il relativo vortice spaccato in tre lobi. Il tutto ancora a causa del recente riscaldamento stratosferico, in parte ancora in atto, come si può notare andando ad analizzare l'andamento dell'indice NAM, una sorta di spia della circolazione a tutte le quote sulla verticale del Polo Nord, ancora su valori prossimi a -2.0 unità. Aggiungiamo inoltre che l'attività solare, e in particolare il suo flusso energetico, risulta ancora molto basso; questo ci porta a considerare la dimostrata relazione secondo la quale un minor flusso solare unitamente alla presenza dell'indice QBO negativo, forza il trasporto dell'ozono dalle latitudini equatoriali (dove esso si produce) verso quelle polari(dove esso si accumula). Ebbene, abbiamo ora sufficienti elementi per poter stendere una proiezione di quanto potrebbe avvenire da qui alla prima metà di marzo, proiezione che abbiamo inserito nella seconda parte del presente articolo.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.23: A26 Genova-Gravellona Toce

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A10 Genova-Ventimiglia e Masone (Km. 14) in entramb..…

h 23.19: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente a Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara (Km. 138,5) in uscita in direzione da Torino d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum