Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uno sguardo a lungo termine: prime crepe nell'alta pressione

Lo si evince essenzialmente dalla proiezioni probabilistiche, anche se il ventaglio degli scenari risulta ancora piuttosto aperto a qualsiasi evenienza. Maggiore risulta anche la probabilità di rovesci a partire dalla terza decade del mese.

In primo piano - 12 Luglio 2010, ore 09.41

Chi si crogiola sotto un ombrellone in riva al mare di cetro non si pone neanche il problema. Chi invece deve combattere quotidianamente con il caldo e l'afa che imprigiona molte delle nostre città invece si domanda quando potremo godere di una salutare rinfrescata.

Ebbene, delineata ormai la marginale e temporanea defaiance anticiclonica che interesserà in particolare la regione alpina, parte del nord e dell'Appennino tra lunedì e martedì, occorre proiettarsi decisamente in avanti per percepire qualche segnale di cambiamento. Per giungere a tale conclusione dobbiamo senz'altro analizzare lo strumento più adatto allo scopo: il grafico probabilistico.

Da un primo colpo d'occhio notiamo una nuova accelerata dell'anticiclone fino al 20 del mese, con nuovo apice intorno al prossimo fine settimana. A seguire i geopotenziali sull'Europa e sull'Italia tenderanno a calare permettendo l'ingresso di alcune infiltrazioni maggiormente instabili dall'Atlantico. 

Ne deriva un'erosione e probabilmente anche uno smantellamento della campana alto pressoria subtropicale nella terza decade del mese, il tutto a vantaggio di un ritrovato flusso occidentale dalle caratteristiche maggiormente dinamiche. Coa significa?

In altre paroe ciò vuol dire che dovremo attendere dopo il 20 di luglio per poter sperare in una gradevole rinfrescata. Il grafico indica probabile l'evento un po' su tutto il Paese dove, oltre a qualche prezioso rovescio atto a interrompere una eventuale incipiente fase siccitosa, determinerà un provvidenziale ricambio d'aria.

Niente più afa sull'Italia dunque alla fine di luglio? Così pare in virtù di quanto abbiamo descritto, tuttavia sarà opportuno controllare di giorno in giorno l'evoluzione degli eventi affinchè l'estate non decida di intraprendere altre strade, cogliendoci di sorpresa, magari proprio nel momento più atteso dell'anno, quello della partenza per le ferie estive.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.47: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 6 km causa incidente nel tratto compreso tra Imola (Km. 50,1) e Faenza (Km. 64,5) in di..…

h 12.45: A12 Genova-Rosignano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Chiavari (Km. 38,3) e Rapallo (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum