Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime sulla colata fredda dal Polo Nord della seconda metà del mese

Ci attende una lunga fase di tempo non proprio tranquillo, durante la quale avremo a che fare con tutto il repertorio e le potenzialità dell'inverno, tra cui irruzioni di aria fredda e nevicate a quote basse.

In primo piano - 9 Gennaio 2013, ore 11.11

 Tutto viene dalla quota e lassù ,alle alte quote, sono in atto grandi manovre. Facendo leva sulla risaputa stabilità della circolazione stratosferica, possiamo spingerci in avanti con i possibili scenari prognostici, sempre che le alte e le basse quote inizino a dialogare a dovere. Cosa dovrebbe accadere e cosa effettivamente accadrà dopo la metà del mese?

Occhi puntati in primis sull'alta pressione atlantica, croce e delizia sia dei previsori che di tutti coloro che seguono la meteo. La sua posizione, quantomeno ingombrante al di là delle colonne d'Ercole, potrebbe divenire improvvisamente pietra angolare per l'annunciata riscossa dell'inverno. Questo perchè i flussi di calore ad essa associati, sembra siano in grado di disperdere il gelo artico verso le medie latitudini in due lobi ben distinti, dei quali uno destinato all'Europa.

In figura possiamo constatare quanto detto, così come lo vede il modello dell'Università inglese di Reading.

Pur con notevoli tira e molla, lo scenario medio elaborato dalle simulazioni e interpretato in chiave probabilistica, vede proprio questa lama di calore risalire l'Atlantico e creare scompiglio entro il blocco gelido che staziona sulla calotta artica. Le colate gelide che si metteranno in moto verso le medie latitudini, tenderanno ad assottigliarsi lungo il loro cammino, pertanto l'arrivo del freddo sull'Italia sarà graduale e senza strappi particolari.

Questo è un bene, dato che così facendo, verranno a depositarsi e ad assestarsi strati di aria progressivamente più fredda, una specie di investimento per eventuali nevicate a seguire. Ma oltre al freddo (attenzione non il gelo, per quello eventualmente torneremo a parlare più avanti), arriverà anche la neve? Probabilmente si. Già i primi sentori si avvertiranno nel prossimo fine settmana al settentrione, ma anche il 16 gennaio e ancora oltre fin dopo il tra il 19 e il 20 del mese.

Vista la traiettoria più probabile delle masse d'aria si inizierà dapprima con il nord (probabilità di neve in collina o in pianura prima del 20 gennaio del 65%), poi potrebbe seguire anche il centro (stesso periodo probabilità neve in collina 50%) e per ultimo il sud (stesso periodo probabilità neve in collina 45%). 

Insomma, ci aspetta una gustosa fetta di inverno. Vale davvero la pena di rimanere sintonizzati sulle nostre pagine per ricevere regolari aggiornamenti su questa avventura che tutti insieme stiamo per vivere.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.08: A13 Bologna-Padova

rallentamento

Traffico rallentato nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Altedo (Km. 20,5) in d..…

h 06.02: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Fano - Raccordo Per Fossombrone (Km. 173,3)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum