Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime modelli: peggioramento a partire dal week-end, poi instabilità sino a fine mese

Ora anche il modello americano si allinea e fa entrare con maggior decisione la saccatura atlantica e il relativo blocco di aria più fredda. Il mese finirà poi con tempo ancora un po' instabile e temperature che tendono a tornare su valori sopra la norma.

In primo piano - 19 Marzo 2014, ore 20.00

ANALISI della situazione attuale: nonostante stia mostrando i primi segnali di senscenza, la cellula anticiclonica che si allunga dal vicino Atlantico fino al Mediterraneo orientale, risulta ancora determinante per il tempo sull'Italia. Il calo dei geopotenziali favorisce comunque infiltrazioni di aria moderatamente umida, responsabile della nuvolaglia presente lungo i settori liguri e tirrenici. Al largo delle Isole Britanniche si sta frattanto organizzando una nuova saccatura, la cui perturbazione di testa raggiungerà le nostre regioni settentrionali nel corso della giornata di sabato 22.

 

Dulcis in fundo, anche il modello americano si allinea e conferma il guasto che, tra sabato 22 e lunedì 24, interesserà tutta l'Italia. Se nelle corse precedenti, il Global Forecast System, nome proprio del modello americano appunto, si era disallineato andando a far affondare la saccatura della svolta sul Mediterraneo occidentale, ora dà via libera all'attraversamento in toto dell'Italia da parte delle perturbazioni.

Ergo il peggioramento ci sarà. La tempistica, ormai nota a chi ci legge con assiduità, vede sabato 22 finir sotto nubi e piogge il nord (a partire da ovest), domenica 23 dentro anche centro e Sardegna, lunedì 24 anche il sud e la Sicilia.

Dopo la perurbazione di testa, la struttura di bassa pressione tenderà ad inciampare sull'arco alpino, andando a scavare un minimo di pressione sul nostro settentrione, con ventaglio nuvoloso però esteso a tutta l'Italia. Detto pozzo di bassa pressione fungerà anche come catalizzatore naturale per un secondo minimo, che terrà insieme una struttura depressionaria ormai orfana dell'alimentazione fredda originaria (cut-off), ma che potrà contare su una buona dose di energia cinetica.

Ne deriverà una situazione di tempo molto instabile per tutto il nostro Paese, probabilmente sino alla fine del mese. L'esaurimento dell'alimentazione fredda darà luogo, dopo il calo vertigonoso della colonnina di mercurio all'inizio della prossima settimana, ad un nuovo addolcimento climatico, con valori che, nonostante il rischio di nuvole e ropvesci, tenderanno nuovamente a portarsi anche al di sopra della media.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.17: A4 Torino-Milano

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Novara Ovest (Km. 82,9) e Svincolo Marcallo inizio Mesero..…

h 00.08: A1 Bologna-Firenze

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A14 Bologna Borgo Panigale (Km. 188,8) e Sasso Marcon..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum