Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: verso una nuova ondata di MALTEMPO INVERNALE

Una nuova massa d'aria FREDDA di origine ARTICA porta scompiglio sull'Europa; ecco le ultime novità.

In primo piano - 13 Gennaio 2017, ore 21.00

Situazione attuale: l'arrivo dell'aria fredda porta con sè un cambiamento delle condizioni atmosferiche con fenomeni di instabilità anche a carattere temporalesco che quest'oggi hanno interessato il medio ed alto Tirreno. l'aria fredda porta in queste ore delle nevicate sull'angolo nord-orientale del Paese, mentre raffiche forti di Tramontana e Maestrale si fanno sentire sui mari occidentali. Favonio sul nord-ovest, ancora residue raffiche di Libeccio sul Mezzogiorno. Entro la prossima notte atteso un calo della temperatura su tutto il paese con l'instabilità concentrata al centro ed al sud. 

L'aria fredda ritorna protagonista dell'Europa: ecco le ultime novità.

Una figura importante di bassa pressione prende vita in queste ore sull'Europa e sul bacino centrale del Mediterraneo, laddove nei prossimi giorni una seconda ondata di maltempo invernale ci accompagnerà almeno sino al termine della seconda decade di gennaio. La formazione di una figura depressionaria con perno i settori meridionali tirrenici, esporrà il nostro stivale all'arrivo di instabilità e precipitazioni che riguarderanno un po' tutte le nostre regioni ad esclusione dell'angolo nord-occidentale più riparato. La NEVE a bassissima quota farà capolino tra le Marche e l'Emilia Romagna tra sabato 14 e domenica 15 gennaio

Il freddo (intenso) guadagnerà soprattutto le regioni settentrionali e parte di quelle centrali, mentre al sud il calo della temperatura sarà contenuto entro valori più modesti. La ventilazione nord-orientale su tutto lo stivale, accentuerà la sensazione di freddo. 

Medio termine: l'ingerenza dell'anticiclone sul centro Europa.

Volgendo lo sguardo al periodo compreso tra martedì 17 e venerdì 20 gennaio, emerge questa sera dai modelli una maggiore ingerenza dell'anticiclone che tornerebbe a rinforzare sui settori centro-occidentali d'Europa, arrivando a lambire il nostro Paese. Andrebbe quindi attenuandosi il flusso d'aria fredda sul nostro continente, con un lento rialzo della temperatura che, entro venerdì 20 gennaio, risulterebbe attestata su valori solo leggermente inferiori alla norma, con un picco minimo previsto sulle regioni settentrionali. 

Ancora da valutare la possibilità di NEVE sulle regioni di nord-ovest nel periodo compreso tra venerdì 20 e domenica 22 gennaio, ma le quotazioni appaiono attualmente in calo. Su queste regioni potrebbe rivelarsi uno dei mesi di gennaio più secchi degli ultimi anni. 

Lungo termine: verso un ritorno del FREDDO?

Uno sguardo alla terza ed ultima decade di gennaio, la previsione serale del modello europeo mette in evidenza la migrazione di un polo depressionario legato al Vortice Polare dal Canada all'Eurasia, con effetti e conseguenze tutte da valutare. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.43: Firenze Viale Filippo Strozzi

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Viale Filippo Strozzi…

h 16.43: Cagliari Nuovo Asse Mediano di Scorrimento

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Nuovo Asse Mediano di Scorrimento in uscita…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum