Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: uno sguardo al tempo previsto sulle prime battute di agosto

Instabilità o anticiclone? Gli aggiornamenti serali dei modelli propendono maggiormente a favore della prima tesi. Vediamo perchè.

In primo piano - 24 Luglio 2014, ore 19.40

Situazione attuale: in mattinata rovesci e piogge diffuse hanno interessato alcune aree del settentrione italiano, compresi anche i settori costieri. Durante il pomeriggio abbiamo assistito ad un miglioramento delle condizioni atmosferiche sulle pianure e lungo le coste mentre l'instabilità si è concentrata quasi esclusivamente nei settori interni dell'Appennino con locali sconfinamenti lungo i settori adriatici centrali e settentrionali. Qualche occasionale rovescio o temporale serale anche su Valpadana. Temperature attestate su valori freschi al nord, caldo moderato al centro ed al sud, senza eccessi. Ventilato.

Tempo spiccatamente variabile con occasioni frequenti di instabilità.

Potrebbe essere sintetizzata in questo modo la linea di tendenza espressa oggi dalle previsioni deterministiche dei principali centri di calcolo americani ed europei. La presenza di una goccia fredda (cut-off) alle quote superiori in graduale migrazione dall'Europa dell'est sin verso la regione francese ha determinato diversi temporali che nella giornata di ieri, mercoledì 23 luglio, hanno coinvolto le regioni settentrionali. Altri temporali sono attesi anche domani (venerdì 25) e soprattutto sabato 26, mentre un temporaneo miglioramento del tempo interverrà nella giornata domenicale.

Il passaggio di questa blanda circolazione ciclonica posta alle quote superiori, spianerà il terreno ad una più incisiva fase temporalesca attesa tra lunedì 28 e martedì 29 a partire dai settori settentrionali del Belpaese.

Esiste tuttavia ancora una certa differenza tra quanto previsto dal modello americano e quello invece messo in evidenza dal modello inglese.
Tra lunedì e martedì prossimo il modello europeo mette in luce la presenza di una struttura ciclonica più organizzata in discesa dalla regione francese. Una figura di bassa pressione dagli addetti al lavori definibile "a più ampio respiro" coinvolgerebbe l'Italia, portando una nuova sventagliata di temporali dapprima al nord (lunedì 28) poi al centro (martedì 29).

Come detto, la previsione risulta confermata anche dal modello americano ma in questo caso la struttura depressionaria risulterebbe meno intensa ed apporterebbe un cambiamento del tempo più circoscritto e meno eclatante rispetto quanto previsto dal modello inglese. Entro le prossime 24 ore anche quest'ultimo gap previsionale dovrebbe essere definitivamente risolto.

Lungo termine: spostando lo sguardo ai primi giorni di agosto, il modello inglese mette in evidenza la presenza di alcune importanti circolazioni depressionarie collocate a cavallo tra la penisola Scandinava e l'oceano Atlantico settentrionale. Sull'Europa centrale ed occidentale i valori geopotenziali continuerebbero a rimanere piuttosto bassi per il periodo, e questo suggerisce il probabile mantenimento di una situazione atmosferica incerta.

Svaniscono quasi del tutto le possibilità di avere ulteriori fasi di caldo portate dall'anticiclone africano anche se una sua marginale influenza potrebbe farsi viva segnatamente sui settori meridionali dello stivale.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum