Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: uno sguardo al tempo di fine gennaio, poi...

In sintesi, secondo quelli che sono gli ultimi aggiornamenti a nostra disposizione, ecco cosa succederà sul nostro Paese in questa ultima settimana di gennaio. Uno sguardo anche all'evoluzione a lungo termine.

In primo piano - 24 Gennaio 2018, ore 21.40

Vi sono alcune novitá circa il cambiamento del tempo previsto sul nostro Paese nella seconda metà della settimana: avremo infatti una figura di bassa pressione che tenterà in ogni modo di crearsi un varco sui settori centro-occidentali del Mediterraneo ma con risultati modesti. L'anticiclone delle Azzorre, dal vicino oceano Atlantico, chiuderà molto rapidamente i rubinetti dell'aria fredda polare marittima, favorendo una rapida evoluzione della nuova perturbazione nascente, verso i settori di basso Mediterraneo.

Questo determinerà dapprima una concentrazione delle precipitazioni più abbondanti sui settori occidentali italiani, la Riviera di Ponente Ligure,  le Alpi occidentali piemontesi nella giornata di venerdì 26 gennaio, con l'arrivo del fine settimana  (sabato 27, domenica 28) vi sarà una rapida evoluzione della perturbazione verso il basso Mediterraneo, con fenomeni che saranno concentrati sulla Sardegna, mentre altrove subentrerá un rapido miglioramento delle condizioni atmosferiche ad iniziare proprio dal nord. 

La parte conclusiva di gennaio verrà infatti affidata all'ennesimo rinforzo dell'alta pressione sulla Mitteleurope, provocato da un rinforzo delle vorticità alle latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico e sui settori settentrionali europei. Tra lunedí 29 e mercoledí 31 gennaio, una parentesi di tempo stabile che farà urlare ad una primavera anticipata su diverse delle nostre regioni, soprattutto quelle del versante Tirrenico. 

LUNGO TERMINE: nei primi giorni di febbraio potrebbero farsi strada nuovi scenari di INSTABILITÀ questa volta dalle caratteristiche più vicine ai canoni di una stagione invernale che pare essersi persa per strada. Vi sono gli estremi affinché una elevazione dell'alta pressione delle Azzorre sull'oceano Atlantico settentrionale, possa favorire una discesa di aria FREDDA artica sull'Europa, dalle conseguenze ancora tutte da valutare. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.40: T1-TRF.Bia Traforo Del Monte Bianco

coda

Code a Piazzale Lato Italiano (Km. 14,5) in direzione Chamonix dalle 17:33 del 19 giu 2018 Atte..…

h 17.39: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Binasco (Km. 10,5) in uscita in direzione Genova…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum