Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: uno sguardo a LUNGO TERMINE secondo la previsione del modello europeo

Proviamo ad addentrarci nei meandri della prima decade ottobrina; quali saranno (se ci saranno) le novità?

In primo piano - 27 Settembre 2017, ore 21.45

Strada spianata alle correnti da NORD, sembra essere questa la ricetta del tempo atmosferico atteso sull'Europa nel corso della prima decade di ottobre. Passano i giorni, trascorrono settimane ma non cambia la sostanza di una circolazione che pare ormai bloccata, senza che vi possa essere una via di uscita neanche alle lunghe distanze. Insomma stiamo commentando un pattern ormai consolidato, al quale dobbiamo gran parte dei pregi e dei difetti che la persistenza di una tale circolazione porta con sé.

Tra i pregi senza dubbio un tipo di tempo movimentato, fatto di passaggi instabili che si susseguono con una certa regolarità e che distribuiscono precipitazioni soprattutto al centro ed al sud, restituendoci un profilo termico allineato alle medie del periodo. Il rovescio della medaglia, una perdurante condizione siccitosa che caratterizza il tempo delle regioni settentrionali, laddove sono mancate le grandi piogge d'autunno. Anche su questi settori le temperature sono diminuite ma senza essere accompagnate da manifestazioni significative di instabilità.

Ebbene tale situazione che poggia radici nell'ostinata persistenza di un campo d'alta pressione parzialmente proteso verso l'Europa occidentale, impedisce la costituzione di un canale depressionario in grado di veicolare i sistemi perturbati dai quadranti occidentali. La tenacia del blocking viene CONFERMATA dall'aggiornamento del modello europeo che mette in risalto addirittura una alimentazione di tipo subtropicale africano. Quest'ultima sarebbe in grado di propagarsi sino alla Penisola Iberica, con valori di caldo fuori stagione.

Alla luce di queste considerazioni, le precipitazioni risultano e risulteranno ancora inferiori alla media non soltanto sul nord Italia ma anche sui settori ovest europei, la piovosità risulterá superiore alla norma su est Europa e Balcani, settori che potrebbero ritrovarsi lungo il lato ascendente delle saccature.

Una reale scappatoia a questa situazione ancora non esiste, anche se potrebbe essere ipotizzabile nel futuro, un graduale isolamento dell'alta pressione ancor più ad ovest, nel pieno dell'oceano Atlantico. Tale manovra lascerebbe spazio alle correnti instabili di scavare delle saccature più organizzate, in grado di coinvolgere anche i settori occidentali europei. Ad ogni modo trattasi di un'evoluzione proiettata sul lungo termine, non ancora contemplata dai modelli ma presa in considerazione dal team di Meteolive come possibile evoluzione in ambito generale nel corso di ottobre 2017.

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.52: A1 Roma-Napoli

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Colleferro (Km. 592,5) e Anagni - Fiuggi (Km..…

h 02.51: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Colleferro (Km. 592,5) e Anagni - Fiuggi (Km. 603,5) in direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum