Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: una perturbazione spezzerà l'egemonia dell'alta pressione partendo dal nord

Consueto commento all'aggiornamento serale del modello europeo ECMWF. Sembra proprio che in questo frangente l'instabilità possa colpire con maggiore frequenza le regioni settentrionali italiane. Vediamo nel dettaglio il perchè.

In primo piano - 22 Aprile 2015, ore 21.00

Situazione attuale: ancora una giornata di tempo soleggiato su tutto il nostro Paese. Da segnalare tuttavia un aumento della nuvolosità alta e stratiforme a partire dalla Sardegna e le regioni nord-occidentali italiane. Quest'ultimo rappresenta forse il primissimo segnale di cedimento del campo anticiclonico che inizia a porre le proprie basi proprio sui settori occidentali del Mediterraneo. Per il resto ancora una bella e mite giornata di sole, ventilazione calma, mari poco mossi.

Cedimento anticiclonico.

Un certo aumento delle nubi si preannuncia nelle prossime ore sui settori occidentali del Paese, nuvolosità in gran parte dovuta a quello che possiamo considerare come "un cedimento strutturale" dell'alta pressione che sta verificandosi partendo dai settori occidentali del Mediterraneo. Ne consegue la formazione di un corpo nuvoloso costituito prevalentemente da nubi alte e sottili che non portano precipitazioni ma velano il cielo in modo anche consistente. Questo corpo nuvoloso ben visibile dall'immagine satellitare, impegnerà nelle prossime ore i cieli dello stivale italiano, costituendo il primo, tangibile segnale d'attenuazione dell'alta pressione europea.

La parentesi del venerdì.

Nonostante tutto, venerdì 24 l'ulteriore approfondimento di una vistosa figura ciclonica con asse disteso dal Regno Unito alla Penisola Iberica, determinerà una nuova, piccola distensione anticiclonica che regalerà ancora un'ultima giornata di tempo buono, prima del brusco cambiamento previsto intervenire entro il prossimo weekend sulle regioni settentrionali.

Brusco cambiamento nel fine settimana, situazione particolamente compromessa domenica 26 al nord.

Una perturbazione piuttosto vigorosa attraverserà l'Italia tra il weekend e l'inizio della settimana successiva, introducendo sul Mediterraneo aria assai fresca proveniente dalle latitudini settentrionali d'Europa. In questo frangente ne verrebbero interessate proprio le regioni settentrionali con precipitazioni insistenti, associate a vento sostenuto meridionale specialmente tra domenica 26 e lunedì 27. Riflessi anche al centro con piogge su Toscana forse alto Lazio. Tempo migliore sul mezzogiorno d'Italia, specie l'angolo jonico, con temperature molto miti.

Relativamente al lungo termine, in questi ultimi aggiornamenti sembrano calare e non di poco le quotazioni per un proseguimento anticiclonico della stagione primaverile sul Mediterraneo. Alcune intense depressioni collocate a metà strada tra la Penisola Scandinava e la Penisola Iberica, avrebbero tutte le carte in regola per poter influenzare la circolazione atmosferica italiana. In questo giocoforza tra le basse latitudini del Mediterraneo che tenderanno a surriscaldarsi ed i regimi depressionari che influenzerebbero la Mitteleurope, si inserirà il nostro Paese che seguiterebbe a sperimentare il transito di alcuni corpi nuvolosi con effetti più evidenti sul tempo delle regioni settentrionali. Maggiori schiarite e diverse occasioni di tempo soleggiato sui settori meridionali.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum