Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: una parentesi d'inverno poco prima del periodo natalizio, poi...

In arrivo tra domenica 18 e martedì 20 dicembre, una fase di maltempo dalle caratteristiche invernali che sarà in grado di coinvolgere tutto il Paese. In seguito si aprono davanti a noi due differenti percorsi evolutivi, entrambi però votati al tempo mite.

In primo piano - 15 Dicembre 2016, ore 21.00

Situazione attuale: quest'oggi, giovedì 15 dicembre, si fanno strada degli addensamenti nuvolosi più compatti di tipo medio-basso che hanno interessato soprattutto la Sicilia, la Liguria ed i versanti adriatici. Nessuna precipitazione degna di nota. Nebbia alta sulla Valpadana con cieli grigi e freddo umido fastidioso. Altrove valori termici più miti. Ventilazione tendente a ruotare da Grecale e Tramontana al nord, deboli variabili altrove.

Una depressione "catturata" dall'aria fredda in arrivo sull'est Europa. Ecco quali potrebbero essere le regioni più colpite dal MALTEMPO tra domenica 18 e martedì 20 dicembre. 

Viene confermato l'aggancio di una depressione ai settori centrali del Mediterraneo tra il termine della seconda e l'esordio della terza decade dicembrina. Tale aggancio verrà garantito dalla discesa di una massa d'aria molto fredda di origine artico-continentale sin verso i settori sud-orientali d'Europa (Balcani) laddove la nostra vecchia depressione ormai morente, riceverà una nuova iniezione d'aria fredda pronta a rinvigorirla proprio in prossimità dei nostri mari. 

Ne deriverà una fase di MALTEMPO che raggiungerà l'apice nella notte tra lunedì 19 e martedì 20 dicembre, quando ritroveremo un minimo vistoso di bassa pressione collocato vicino la Sardegna con valori barici inferiori a 1000hpa. Condizioni atmosferiche avverse saranno quindi assicurate sulle due isole maggiori ma contributi precipitativi importanti riusciranno ad interessare anche il centro Italia

Al settentrione e sul medio/alto Adriatico l'aria fredda di origine artico-continentale richiamata dalla depressione, determinerà un ribasso della colonnina di mercurio sino a valori di freddo moderato. 

Volgendo lo sguardo alla parte conclusiva di dicembre, potremo sicuramente osservare un rinforzo dei venti occidentali sull'oceano Atlantico settentrionale.

A questo punto i percorsi dell'atmosfera potrebbero essere principalmente due:


- Con la distensione dell'alta pressione delle Azzorre verso l'Europa, andremo incontro ad un periodo natalizio accompagnato da valori termici miti e senza alcuna perturbazione di passaggio. 

- Potrebbe altresì verificarsi un ribasso del Fronte Polare in corrispondenza dell'oceano Atlantico e dell'Europa occidentale. In questo caso potrebbero far capolino sul Mediterraneo alcune perturbazioni foriere di pioggia lungo i versanti tirrenici ed al nord. I valori termici risulterebbero ugualmente miti, specie al centro ed al sud, stante la componente prevalentemente meridionale dei venti. 


Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.11: SS130 Iglesiente

incidente

Incidente che coinvolge più veicoli nel tratto compreso tra 1,664 km dopo Decimomannu/Innesto Ss13..…

h 03.31: SS106 Jonica

incidente

Incidente a 5,528 km prima di S.Elia (Km. 26,8) in direzione Taranto…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum