Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: una lunga fase di tempo instabile dalle caratteristiche INVERNALI

In sintesi ecco l'evoluzione messa in luce questa sera dall'aggiornamento del modello europeo; ecco cosa potrebbe succedere da qui ai prossimi 10 giorni.

In primo piano - 26 Novembre 2017, ore 21.30

Confermata ormai alle brevi distanze, una fase di tempo freddo ed instabile di matrice ARTICA sull'Europa. Vi sarà un potente scambio di battute tra l'onda anticiclonica azzorriana che andrà ad espandersi prepotentemente verso nord, ed una corposa, massiccia discesa d'aria fredda che, dopo aver conquistato la Penisola Scandinava, riuscirà a spingersi velocemente verso la Mitteleurope ed il Mediterraneo. L'impulso d'aria più fredda raggiungerà il nostro Paese tra giovedì 30 e venerdì primo dicembre, determinando una accentuazione generalizzata dell'instabilità.

Al piano isobarico di 500hpa (circa 5500 metri) i valori di temperatura sono previsti in forte diminuzione sino ad un picco di -35°C, dal contrasto tra le calde acque del Mediterraneo e l'aria molto fredda presente in quota, vi sarà la formazione di un minimo depressionario foriero di instabilità e neve anche a bassa quota.

Vi sono ancora dei margini abbastanza ampi di incertezza in merito alle regioni che più di altre potranno essere interessate dai fenomeni, anche se allo stato attuale sembrerebbe ancora una volta escluso l'angolo di nord-ovest. A causa del veloce scivolamento del minimo depressionario verso il centro ed il sud Italia, le precipitazioni potrebbero manifestarsi sulla Liguria di Levante, la Toscana, l'Umbria ed il Lazio. Sabato 2 dicembre i fenomeni sarebbero ormai circoscritti al Mezzogiorno, mentre sulle altre regioni vi sarebbe un miglioramento.

Seguirebbe un periodo di freddo moderato ma persistente almeno sino a lunedì 4 dicembre. L'evoluzione successiva potrebbe essere caratterizzata ancora da una buona attività dei flussi di calore sull'oceano Atlantico, masse d'aria fredde questa volta di origine polare-marittima prenderebbero il sopravvento, prolungando per l'Europa una fase di instabilità invernale. (da confermare)

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum