Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: un passaggio perturbato nella seconda metà di luglio?

Nei prossimi giorni l'Italia sarà ancora interessata da un campo di pressioni alte e livellate nelle quali avremo la sovrapposizione tra una componente circolatoria di stampo oceanico che caratterizzerà soprattutto i bassi livelli dell'atmosfera ed una maggiore componente africana alle quote superiori, con perno sui settori iberici. Un peggioramento delle condizioni atmosferiche potrebbe tuttavia intervenire sul finire della seconda decade di luglio. Dettagli nell'articolo.

In primo piano - 10 Luglio 2015, ore 20.20

Situazione attuale: l'alta pressione ritorna a proteggere il nostro Paese, accompagnata da temperature sempre abbastanza elevate. Il caldo più intenso durante le ore pomeridiane e serali. Qualche addensamento pomeridiano nel le zone interne e montuose ma senza particolari conseguenze. Mari calmi, ventilazione a regime di brezza. Insomma un'altra giornata di grande estate.

Anticiclone nuovamente protagonista del palcoscenico atmosferico italiano.

Si chiudono nuovamente i rubinetti dell'aria fresca diretti al nostro Paese, l'effimero calo della temperatura che si è verificato sulle regioni nord-orientali tra mercoledì 8 e giovedì 9 luglio, lascia spazio ad una nuova rimonta dell'alta pressione che presenta una struttura ibrida tra Africa e Azzorre, nella quale la componente termica e quindi quella rovente subtropicale africana, presenta ancora una volta un punto cardine sull'Iberia che nei prossimi giorni subirà poche variazioni.

Temperature ancora elevate.


La persistenza di questo anticiclone favorirà ancora temperature elevate su tutto il Paese, anche se in questo frangente i valori maggiori dovrebbero accanirsi soprattutto sui settori centrali e meridionali del Paese, con un profilo termico leggermente più clemente che caratterizzerà le regioni settentrionali.

Passaggio temporalesco al centro-nord entro il termine della seconda decade di luglio?


Volgendo lo sguardo alla seconda metà di luglio e più nello specifico al termine della seconda decade, l'Italia potrebbe essere raggiunta da un impulso veicolante aria instabile di origine oceanica. Quest'ultimo potrebbe determinare ancora una volta delle forti manifestazioni temporalesche sulle pianure delle regioni settentrionali, con possibilità d'avere qualche episodio più isolato di instabilità anche sul centro Italia.

Permangono tuttavia numerosi interrogativi in merito l'efficacia di tale passaggio perturbato, motivo per il quale al momento non possiamo escludere la possibilità che quest'ultimo possa arenarsi sull'ovest Europa, lasciando l'Italia alle prese con una nuova ondata d'aria calda di origine africana.

Più dettagli nei prossimi articoli.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.17: A4 Torino-Milano

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Novara Ovest (Km. 82,9) e Svincolo Marcallo inizio Mesero..…

h 00.08: A1 Bologna-Firenze

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A14 Bologna Borgo Panigale (Km. 188,8) e Sasso Marcon..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum