Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: tempo di INVERNO su buona parte dello stivale

La persistenza di un blocking anticiclonico sull'oceano Atlantico, seppur non estremamente strutturato, agevolerà la discesa di masse d'aria più fredda dai settori settentrionali verso l'Europa centrale ed il Mediterraneo. Quanto potrà durare ancora questa situazione?

In primo piano - 30 Gennaio 2015, ore 21.00

Situazione attuale: giornata caratterizzata dalla forte instabilità atmosferica che ha dapprima riguardato le regioni settentrionali, dove nella serata di ieri, giovedì 29 gennaio, alcune nevicate hanno interessato Alpi, Prealpi e persino la Valpadana sino a quote pianeggianti.  Oggi l'instabilità si è trasferita al centro-sud, l'iniezione d'aria molto fredda ha determinato una vera e propria "esplosione" di cumulonembi associati a rovesci, temporali ed in taluni casi anche la grandine. Venti molto tesi su tutto il Paese, in prevalenza di Libeccio al centro-sud, di Maestrale su Sardegna, Favonio e Tramontana sulle regioni del nord.



Un weekend di fine gennaio / inizio febbraio dalle caratteristiche assai turbolente!

Nelle prossime ore l'intera Europa, comprensiva ovviamente del Mediterraneo e dell'Italia, verrà interessata da una circolazione d'aria molto instabile ed irrequieta di origine polare oceanica. Quest'ultima giunge sul nostro continente attraverso un evento di "dispacement" del Vortice Polare. Nei prossimi giorni proseguiranno le manifestazioni di instabilità legate alla persistenza di tale massa d'aria al di sopra del nostro territorio.

Trattandosi di una depressione ancora "giovane", scesa proprio in queste ultime ore verso le fasce climatiche intermedie, all'interno di essa sono ancora presenti elevati gradienti termici verticali che vengono a crearsi quando l'aria polare transita sopra la superficie tiepida dell'oceano Atlantico. Per questa ragione saranno oltremodo favoriti i moti convettivi ed i processi instabili dell'atmosfera che, durante questo weekend, prediligeranno soprattutto il centro-sud.

L'arrivo di martedì 3 e mercoledì 4 febbraio potrebbe segnare un'importante fase invernale sull'Italia; andrà infatti scavandosi una vistosa depressione sul bacino centrale del Mediterraneo, la sua posizione risulta ancora incerta ,ma questa circolazione ciclonica promette di regalare almeno un paio di giornate di neve a quote basse sull'Appennino centrale e settentrionale. Possibile la neve su quote pianeggianti in caso di interessamento più diretto delle regioni settentrionali.

In seguito sembrerebbe restare aperto un canale depressionario che garantirebbe un flusso abbastanza costante d'aria artica verso l'Europa centrale ed in parte l'Italia. Il freddo avrebbe effetti maggiori sui settori italiani centrali e settentrionali, l'instabilità privilegerebbe i settori centro-meridionali del Paese, in questo frangente con temperature un po' meno fredde.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum