Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: sfuriata temporalesca, poi fresco, ma...

Uno sguardo alla linea di tendenza relativa ai prossimi 7-10 giorni; attesa ancora qualche giornata di tempo INSTABILE sui settori centro-meridionali del Paese, altrove verrà favorito un calo della temperatura ad opera di una ventilazione fresca di origine settentrionale che sarebbe favorita nella sua discesa dalla posizione defilata assunta dall'anticiclone delle Azzorre. Incertezza sul medio-lungo termine.

In primo piano - 3 Settembre 2015, ore 21.00

Situazione attuale: giornata di tempo incerto su molti dei nostri settori italiani, con degli annuvolamenti più consistenti ancora concentrati sulle regioni settentrionali e sulla Sardegna. Annuvolamenti irregolari anche sulla Toscana, mentre schiarite più ampie interessano i settori meridionali, dove le temperature risultano ancora abbastanza elevate. Da segnalare la ventilazione molto tesa di Maestrale che soffia sulla Sardegna, specie le coste occidentali, il Libeccio di ritorno interessa invece il mar Ligure e le coste della Toscana. Temperature ormai attestate su valori più freschi al settentrione, ancora estive sulle regioni centro-meridionali, stante la ventilazione attiva di tipo sciroccale. 

Intenso passaggio temporalesco atteso nelle prossime ore sulle regioni centro-meridionali italiane, particolarmente colpite le coste del medio-basso Tirreno. 

Nelle prossime ore è atteso un'importante passaggio instabile con target i settori centro-meridionali del paese, laddove un'importante convergenza tra il Libeccio e lo Scirocco, potrà favorire la formazione di alcuni intensi temporali. Questi ultimi potrebbero interessare con particolare violenza i settori di bassa Toscana e la regione Lazio nella notte tra venerdì 4 e sabato 5 settembre. In questa sede attese abbondanti precipitazioni ed in seguito un calo della temperatura veicolata da venti di Libeccio e Maestrale che tenderanno a prevalere sullo Scirocco. 

Anticiclone delle Azzorre "di sponda" alla penisola italiana, fase imminente di ventilazione settentrionale, calo termico ovunque.

Come era facile immaginare, il graduale trasferimento dell'asse di saccatura dai settori centro-occidentali dell'Europa verso le aree orientali del continente, viaggerà di pari passo con l'espansione anticiclonica di natura oceanica che in breve tempo conquisterà l'Europa occidentale. Ne conseguirà una generale "spazzolata" di venti settentrionali che all'inizio della prossima settimana interesseranno un po' tutto il Paese, veicolando venti freschi di Maestrale sin verso il Mezzogiorno d'Italia. Le temperature tenderanno ovunque a diminuire, l'ultimo caldo abbandonerà anche le estreme regioni sud-orientali italiane, con particolare riferimento a Sicilia, Puglia e Basilicata.

Lungo termine; ritorna l'anticiclone ma senza pretese. 

Lo step successivo alla sopraccitata fase eolica di stampo settentrionale, potrebbe portare alla distensione dell'anticiclone oceanico sin verso i settori centrali d'Europa, anche se questa sera la previsione del modello europeo calca un po' la mano sulla persistenza dell'anticiclone sui settori settentrionali d'Europa,scendendo di latitudine soltanto da venerdì 11 settembre in avanti. Il tempo atmosferico potrebbe quindi adagiarsi su standard più stabili, forse il preludio alla più classica delle estati settembrine. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum