Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: sfida tra modello europeo e modello americano

Modelli diversi per due previsioni diverse. Unico comune denominatore, il graduale rinforzo di una zona d'alta pressione tra oceano Atlantico ed Europa occidentale. Prende gradualmente forma la nuova circolazione atmosferica che potrebbe caratterizzare il periodo compreso tra la fine di agosto e la prima decade di settembre. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 26 Agosto 2014, ore 20.00

Situazione attuale: una splendida giornata di sole per le regioni centrali e meridionali italiane, aree del Paese dove la nuvolosità è risultata quest'oggi davvero ridotta, con tempo buono sia sulle coste che nelle zone più interne dell'Appennino. Tutt'altro tipo di tempo è stato invece protagonista delle regioni settentrionali, a dominare la scena qui sono sono state le nubi e le precipitazioni che hanno interessato soprattutto la Liguria nonchè i settori alpini e prealpini di Piemonte e Lombardia. Una giornata dal sapore autunnale ma trapiantata nel cuore dell'estate.

Ancora pochi giorni di atlantico sullo stile dell'estate 2014, poi forse un cambio di registro.

Una lunga trafila di perturbazioni e linee d'instabilità che, partendo dal mese di giugno, hanno interessato quasi senza interruzioni le regioni settentrionali, portando frequenti fasi temporalesche, talvolta anche di forte intensità. A questo punto l'estate meteorologica giunge quasi al termine, e con essa pare terminare anche la lunga fase di atlantico estivo che ha condizionato gran parte della stagione, rovinando la "festa del sole" sulle regioni settentrionali.

L'atlantico furente di queste settimane regalerà ancora qualche breve precipitazione tra questa notte e la mattinata di domani, mercoledì 27 agosto, sulla Liguria e lungo le aree alpine e prealpine. Questi rovesci di pioggia non dovrebbero essere associati ad alcuna manifestazioni temporalesca.

In seguito potrebbe farsi strada un graduale aumento della pressione sull'Europa occidentale, con effetti ancora da valutare nel dettaglio. L'ipotesi più accreditata prevederebbe lo scivolamento di una figura di bassa pressione dai settori europei settentrionali, dritta lungo il versante adriatico, laddove andrebbe a costituire una fase importante di instabilità e forse anche di MALTEMPO sulle regioni del mezzogiorno entro i primi giorni di settembre.

In seguito tenderebbe a farsi strada l'anticiclone delle Azzorre che avendo una forma sbilanciata in modo piuttosto evidente verso nord, garantirebbe l'avvio di un periodo atmosferico tendenzialmente buono soprattutto sulle regioni settentrionali. Occasionali disturbi e qualche episodio di instabilità persisterebbe invece sul meridione, pur non avendo la stessa intensità della crisi temporalesca attesa attorno il 2-3 di settembre.




Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum