Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: resistenza anticiclonica prolungata nel tempo

L'anticiclone promette di tenerci compagnia per diverso altro tempo ancora; vediamo perchè.

In primo piano - 25 Maggio 2017, ore 22.00

Situazione attuale: un impulso d'aria più fresca scivola rapidamente verso i settori dell'Italia centrale e meridionale, colpendo soprattutto i versanti adriatici che hanno sperimentato quest'oggi manifestazioni sparse di instabilità anche a sfondo temporalesco. Tempo migliore sulla Sardegna, i versanti tirrenici ed al nord. Su questi ultimi settori la ventilazione di Bora e Grecale ha portato un effimera riduzione della colonnina di mercurio, nuovi recuperi sono comunque previsti domani, venerdì 26 maggio. 

Entro le prossime 72 ore, l'enfasi dell'onda anticiclonica africana sul Mediterraneo. 

La configurazione ad omega dell'alta pressione raggiungerà il proprio momento di massima forza entro il fine settimana, quando troveremo l'onda anticiclonica subtropicale in piena azione sui settori centro-occidentali d'Europa ed il bacino centrale del Mediterraneo, accompagnata da geopotenziali elevati ed un picco di calura che, nell'ambito del nostro territorio nazionale, si farà sentire soprattutto sulla Sardegna e sulle regioni nord-occidentali, con punte sino a +30°C. Non mancherà l'instabilità localizzata con temporali termoconvettivi su Alpi, Prealpi ed occasionalmente le vette più elevate dell'Appennino, altrove il dominio incontrastato del sole. 

Medio e lungo termine: una circolazione occidentale oceanica tenderà a prendere il sopravvento ma sempre inserita in un contesto anticiclonico. 

Volgendo lo sguardo a medio e lungo termine, si verificherà un graduale passaggio di consegne tra una circolazione meridiana ad una di stampo zonale, con il rinforzo dei venti occidentali alle latitudini settentrionali d'Europa e dell'oceano Atlantico. 

In buona sostanza assisteremo al rinforzo di una circolazione di stampo oceanico che alle latitudini settentrionali porterà con sè un cambiamento del tempo in chiave instabile e ventosa, mentre alle latitudini mediterranee non sembrerebbe in grado di apportare alcun cambiamento deciso delle condizioni atmosferiche.

I primi giorni di giugno trascorrerebbero sotto condizioni atmosferiche stabili e calde, nei perfetti canoni di una stagione estiva ancora all'esordio. I flussi freschi ed instabili di natura oceanica confinati soltanto oltre il 50° grado di latitudine nord. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.30: A23 Palmanova-Tarvisio

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Pontebba (Km. 92,4) e Carnia (Km. 59,6) in direzione autostrada..…

h 07.18: A1 Firenze-Roma

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Orvieto (Km. 451,4) e Attigliano (Km. 479,7) in entrambe..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum