Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: quanto durerà l'anticiclone?

Uno sguardo alle condizioni meteo-climatiche previste in Europa e sul Mediterraneo entro i prossimi 10-12 giorni: l'aria fresca ed instabile di origine atlantica resta ancora lontana, l'instabilità oramai inserita su di un contesto nettamente primaverile, potrebbe presentarsi saltuariamente attraverso l'intervento di alcuni impulsi d'aria fredda di origine nord europea.

In primo piano - 13 Aprile 2015, ore 21.00

Situazione attuale: ancora una bella giornata di sole diffusa praticamente a tutta la nostra penisola italiana. L'alta pressione determina infatti un aumento piuttosto sensibile delle temperature lungo tutta la colonna d'aria, tempo buono ed assolato sia in pianura, sulle coste e sui nostri rilievi. Qualche addensamento sopravvive sulle estreme regioni meridionali. Ventilazione debole, le prime brezze si manifestano durante le ore diurne lungo le coste. 

Nella terra dell'anticiclone.

L'alta pressione è riuscita a vincere rispetto tutte le altre figure bariche, vince e lo fa nel modo più eclatante possibile; proponendo un insidioso cuneo ben strutturato sull'Europa occidentale, alimentato da aria particolarmente calda per la stagione. Senza nessuna particolare "fatica" da parte dell'atmosfera, viene così a costituirsi un pattern che forse più di altri è in grado di regalare prospettive di tempo assolato ed anche piuttosto caldo. Se tale condizione atmosferica si fosse presentata durante i mesi estivi, avrebbe quasi sicuramente portato alla realizzazione di un'intensa ondata di calura (heat wave).

Dopotutto siamo ancora in primavera e la colonnina di mercurio, soprattutto nelle zone interne del Paese, non dovrebbe risalire oltre valori di +23/+24°C, mentre lungo le coste, il mare ancora freddo agevolerà l'innesco delle prime brezze refrigeranti, con valori termici che conseguentemente non dovrebbero risalire oltre i +20°C anche nel momento di massimo irraggiamento solare. Tali condizioni atmosferiche dovrebbero persistere ancora per diverse giornate, influenzando lo stato del tempo per gran parte della settimana corrente.

Uno sguardo al prossimo weekend e poi al lungo termine.

Un possibile cambiamento del tempo sarebbe atteso sul finire della settimana corrente (venerdì 17), quando un impulso d'aria fresca ed instabile proveniente dai quadranti settentrionali, porterebbe un cambiamento del tempo ad iniziare dal nord. A tal proposito resta ancora incerta la tempistica con la quale si svolgerebbe questa fase di instabilità, anche se resta abbastanza sicuro sin da adesso il preservamento di un blocking anticiclonico sull'Europa occidentale e sull'oceano Atlantico, impedendo di fatto l'ingresso dei sistemi perturbati dalla porta occidentale.

In tal modo continuerebbe a persistere un deficit abbastanza sensibile di precipitazioni primaverili che risulterebbe particolarmente ostinato lungo i nostri settori occidentali italiani, mentre takle defitit sarebbe ridotto soprattutto al meridione oppure lungo i settori adriatici. La ventilazione prevalente a livello generale europeo infatti, seguiterebbe a restare di tipo settentrionale oppure orientale, agevolata proprio dall'ostinata persistenza di regimi anticiclonici sull'ovest del continente.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum