Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: prima l'anticiclone, poi nuovamente l'instabilità

L'Italia, il Mediterraneo e l'Europa meridionale verranno ben presto interessate da un nuovo anticiclone che riporterà per qualche giorno l'estate.. Potrebbe tuttavia trattarsi di una parentesi di breve durata, lasciando poi spazio all'instabilità nella prima decade di settembre. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 26 Agosto 2015, ore 21.00

Situazione attuale: il rinforzo dell'anticiclone sul Mediterraneo, pulisce i cieli del nostro Paese, ripristinando condizioni atmosferiche votate al tempo stabile. La ventilazione si mantiene ancora apprezzabile, seppur con tendenza al graduale indebolimento con il ripristino di una circolazione eolica cosiddetta "a regime di brezza". Segnaliamo anche un primo aumento delle temperature che diverrà sempre più importante col passare dei giorni. 

Si consolida l'anticiclone sul Mediterraneo. 

Aria calda subtropicale ritorna in queste ore ad imporre la propria voce sul Mediterraneo, traghettandoci verso l'ultima fase di tempo estivo che riguarderà non solo l'Italia ma l'intero bacino del Mediterraneo, compresi ovviamente i settori meridionali d'Europa. Potremo considerarlo un po' come l'ultimo grido dell'estate 2015 che a tratti ha assunto toni "parossistici", veicolando masse d'aria molto calda sino alle propaggini più settentrionali d'Europa. Quest'ultima rimonta dell'anticiclone africano si limiterà invece a condizionare il tempo delle basse latitudini europee e del Mediterraneo, senza riuscire più ad estendersi alle alte latitudini, laddove dominerà tutt'altro tipo di condizioni meteorologiche fatte di tempo instabile ed assai fresco. 

Temperature in aumento; dove farà più caldo? 

Il picco di calore verrà raggiunto negli ultimissimi giorni di agosto (domenica 30 - lunedì 31) momento in cui sull'Italia torneranno a gravare isoterme comprese tra +18°C e +20°C alla quota di 850hpa (circa 1500 metri). I valori più intensi di caldo sulla Valpadana (Emilia Romagna), le zone interne di Toscana, Lazio, Umbria e Campania, laddove sono attesi valori sino +36°C / +37°C. Caldo anche nelle zone interne del mezzogiorno e sulle due isole maggiori. La ventilazione sarà debole a regime di brezza ed il clima estivo al 100%

Crisi dell'estate in prima decade di settembre: ecco cosa potrebbe succedere.

Spingendo il nostro sguardo alla prima decade di settembre, l'anticiclone andrebbe incontro ad un veloce processo di deterioramento che ci traghetterebbe verso una fase di tempo INSTABILE. L'aria più fredda di origine artica riuscirebbe infatti a spingersi verso il Mediterraneo, determinando una brusca virata delle condizioni atmosferiche verso scenari di instabilità prima al nord, poi anche sul resto d'Italia. 

Ancora incerta la traiettoria presa dall'affondo perturbato; nel caso la depressione dovesse sciegliere una via più "occidentale", dovremo aspettarci un coinvolgimento più netto delle regioni settentrionali da parte di nubi, temporali ed instabilità, se la resistenza dell'anticiclone oceanico fosse maggiore, l'affondo risulterebbe più orientale e sarebbe in grado di coinvolgere in modo più netto i settori adriatici e le regioni meridionali. Al momento sembrerebbe però avere maggiori chaces l'ipotesi depressionaria sull'Europa occidentale. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum